RSE
A A
Login
nome di accesso
password
login
GSE
ITA english

Rapporto RSE 12000789

Risposte e propensioni dei consumatori alle tecnologie di generazione distribuita e alla partecipazione attiva nella gestione delle reti attive

Rapporto

2011

Sfoglia e Scarica (1.11 MB, .pdf)

C. Bossi (RSE SpA) , O. Perego (RSE SpA) , V. Castellani (Università Bicocca Milano), L. De Biase (Università Bicocca Milano)

P02 (GOV) - Ricerche su Reti Attive, Generazione Distribuita e Sistemi di Accumulo

Indagine per valutare quali siano le conoscenze della popolazione sui temi dell'energia: fonti rinnovabili, cogenerazione, teleriscaldamento, risparmioenergetico e la sua propensione a una partecipazione attiva alla gestione di una Smart Grid anche attraverso l'uso di sistemi di automazione e controllo.

Il presente deliverable illustra le finalità, le modalità e i risultati dell'indagine condotta attraverso un questionario diffuso via web per valutare quali siano le conoscenze della popolazione sui temi dell'energia: fonti rinnovabili, cogenerazione, teleriscaldamento, risparmio energetico e la sua propensione a una partecipazione attiva alla gestione di una Smart Grid anche attraverso l'uso di sistemi di automazione e controllo. Rappresenta, dunque, un elemento cruciale nella valutazione di fattibilità d'interventi per l'efficienza energetica e la generazione distribuita dell'energia, in quanto consente di esaminare due fattori chiave per lo sviluppo del concetto di Smart Grid: la flessibilità della domanda e la possibile risposta degli utenti all'utilizzo di tecnologie innovative per la gestione dell'energia (es. adeguamento dei consumi delle famiglie alla disponibilità della fonte energetica rinnovabile o gestione del carico utente secondo criteri di distacco o riduzione dei carichi basati su segnali di prezzo). Il lavoro rappresenta una prosecuzione dell'attività condotta nel 2010 (illustrata nel deliverable di RdS prot. 11000389, RSE Marzo 2011) durante la quale è stata realizzata una prima fase di test del questionario. Sulla base delle criticità emerse durante la fase di test, in questa seconda parte del lavoro il questionario è stato modificato per essere reso più facilmente accessibile e comprensibile da parte degli intervistati. Il presente report illustra, quindi, i risultati della diffusione della seconda versione del questionario che è stato compilato da circa 3500 persone.

Link correlati

Temi