RSE
A A
Login
nome di accesso
password
login
GSE
ITA english

Articolo RSE 18008861

Gestione integrate delle crisi idriche. Il ruolo delle interconnessioni idriche a lungo raggio

Articolo

L'Acqua, vol. 6, pp. 19-28, Novembre-Dicembre-2018.

Richiedi il materiale (1.59 MB, .pdf)

M. Fanelli (Enel CRIS), A. Frigerio (RSE SpA) , P. Faggian (RSE SpA), G. Mazzà (RSE SpA)

GRID RESILIENCE 2018 - Sicurezza e vulnerabilita' del sistema elettrico

La realizzazione di un sistema idrico interconnesso sul territorio italiano può consentire di mitigare il rischio idrogeologico del nostro Paese, sempre più colpito da eventi meteorologici estremi a causa dei cambiamenti climatici in atto, facilitando nel contempo l’uso plurimo della risorsa acque e una maggiore produzione di energia.

Negli ultimi decenni la crescente severità degli eventi meteorologici estremi, la cui maggiore frequenza è dovuta ai cambiamenti climatici, sta influenzando pesantemente la nostra società. La maggiore intensità delle alluvioni, che causa ogni anno un impatto catastrofico in termini di perdita di vite umane e attività economiche, sta rendendo il rischio idrogeologico sempre più elevato in molte aree. Per questo motivo in molti Paesi i piani d''azione sono ora considerati urgenti e necessari per mitigare la vulnerabilità del territorio e aumentarne la resilienza nei riguardi degli impatti negativi.

In Italia è stato effettuato uno studio di pre-fattibilità relativo alla costruzione di un sistema di interconnessione a lungo raggio, basato sul principio dei vasi comunicanti.

Un tale sistema, che collega i bacini esistenti o nuovi attraverso una rete di gallerie, potrebbe svolgere diverse funzioni, assumendo un ruolo chiave verso una gestione sostenibile delle risorse idriche e un'economia verde. Essendo le risorse idrauliche in comunicazione reciproca, gli scarichi dei picchi di piena di quelle aree colpite da piogge localizzate e intense possono essere liberamente ridistribuiti attraverso l'intero sistema, mitigando i disastri idrogeologici; allo stesso tempo, i flussi in eccesso delle stagioni piovose possono essere immagazzinati per i periodi di siccità. La produzione di energia e la capacità di stoccaggio sarebbero aumentate e sarebbe facilitato un uso multiplo delle risorse idriche.

Link correlati

Temi