Cerca nel sito per parola chiave

pubblicazioni - Presentazione

La nuova tariffa elettrica per il settore domestico: opportunità offerte da soluzioni tutto elettrico per soddisfare il fabbisogno energetico

pubblicazioni - Presentazione

La nuova tariffa elettrica per il settore domestico: opportunità offerte da soluzioni tutto elettrico per soddisfare il fabbisogno energetico

In questa presentazione vengono illustrati i risultati delle analisi svolte con lo scopo di dimostrare come la scelta di installare una soluzione tutto elettrico anziché tradizionale risulta più conveniente con la nuova tariffa TDres2018 rispetto alla tariffa tradizionale.

La riforma della tariffa elettrica per i clienti domestici, introdotta dall’AEEGSI il 1° gennaio 2016, si pone diversi obiettivi, fra i quali superare la struttura progressiva rispetto ai consumi della tariffa in vigore fino allo scorso anno (adeguando le varie componenti ai costi del relativo servizio secondo criteri di gradualità); stimolare comportamenti virtuosi dei consumatori mediante l’adozione del vettore elettrico, laddove esso consenta l’impiego di tecnologie più efficienti rispetto ad altre fonti (ad esempio, combustibili liquidi o gassosi), favorendo così il conseguimento degli obiettivi di efficienza energetica.

Facendo riferimento al percorso di entrata in vigore della nuova tariffa previsto dall’Autorità, RSE ha valutato la convenienza che un utente domestico avrebbe, nel nuovo regime tariffario, ad adottare l’elettricità come unico vettore energetico per tutti gli impieghi dell’abitazione in cui vive (incluso riscaldamento, produzione di acqua calda sanitaria e cottura) e, allo stesso tempo, a dotarsi di un impianto fotovoltaico per soddisfare parte del proprio fabbisogno. La valutazione economica ha considerato il sistema in vigore fino al 2015 (tariffe D2/D3) e la nuova tariffa nella sua configurazione a regime (TDres2018, a partire, appunto, dal 1° gennaio 2018).

Progetti

Commenti