Cerca nel sito per parola chiave

pubblicazioni - Presentazione

Le isole minori non interconnesse italiane: la possibile introduzione delle rinnovabili nell’attuale sistema energetico con sistemi di accumulo, analisi costi-benefi

pubblicazioni - Presentazione

Le isole minori non interconnesse italiane: la possibile introduzione delle rinnovabili nell’attuale sistema energetico con sistemi di accumulo, analisi costi-benefi

Analisi costi benefici dell’introduzione delle rinnovabili nella generazione elettrica dell’isola di Pantelleria coadiuvate da sistemi di accumuli elettrochimici.

Il caso delle piccole isole non connesse alla rete nazionale appare intuitivamente come una situazione particolarmente favorevole allo sfruttamento delle fonti rinnovabili; come conseguenza quasi inevitabile di una maggiore produzione da rinnovabili e di una riduzione dell’impiego di combustibili, tale situazione comporta una forte propensione all’impiego di sistemi di accumulo. Come esempio su cui valutare in modo quantitativo tali opportunità, è stata esaminata la situazione dell’isola di Pantelleria.

Le fonti rinnovabili dotate di un potenziale significativo sono in quel caso la geotermia, il fotovoltaico e l’eolico. Escludendo la geotermia, sono stati sviluppati differenti scenari con una rilevante penetrazione delle fonti e valutati anche con diverse soluzioni di integrazione di differenti SdA basandosi sulle tecnologie attualmente più diffuse e su quelle più promettenti per i prossimi anni.

I risultati mostrano che lo scenario con sviluppo delle rinnovabili consente una riduzione della spesa per gasolio del 45% che in pochi anni potrebbe recuperare gli investimenti negli impianti fotovoltaici ed eolici. Tali risultati si ottengono anche a fronte di un taglio del 15-20% delle possibili produzioni rinnovabili necessario per garantire bilanciamento e mantenere un certo livello di sicurezza della rete.Introducendo dei SdA, nella configurazione che ha fornito i migliori risultati economici, i tagli di produzione rinnovabile si riducono al 9% della produzione RES con un leggero incremento del pay back time (+0,3 anni).

La presenza del SdA, inoltre semplifica il problema del dispacciamento del termoelettrico facendo sì che la riduzione degli eccessi di produzione sia addirittura superiore all’energia effettivamente accumulata.

Progetti

Commenti