Cerca nel sito per parola chiave

pubblicazioni - Presentazione

L’utilizzo collegato dei serbatoi: una proposta per il territorio italiano

pubblicazioni - Presentazione

L’utilizzo collegato dei serbatoi: una proposta per il territorio italiano

La realizzazione di un sistema idrico interconnesso sul territorio italiano può consentire di mitigare il rischio idrogeologico del nostro Paese, sempre più colpito da eventi meteorologici estremi, facilitando nel contempo l’uso plurimo della risorsa acque e una maggiore produzione di energia.

Negli ultimi decenni il territorio italiano è stato colpito da diversi eventi meteorologici estremi, la cui maggiore frequenza di accadimento ed intensità è legata ai cambiamenti climatici. La maggiore intensità delle alluvioni, che provoca ogni anno impatti catastrofici per la vita e le attività antropiche, sta rendendo il rischio idrogeologico sempre più elevato in molte zone. Per questo motivo in molti paesi è divenuto prioritario definire piani d”azione per mitigare la vulnerabilità del territorio e aumentare la resilienza nei riguardi degli impatti negativi.

In Italia è stato effettuato uno studio di pre-fattibilità riguardante la costruzione di un sistema di interconnessione a lungo raggio, basato sul principio dei vasi comunicanti. Tale sistema, che collega i serbatoi nuovi o esistenti attraverso gallerie, potrebbe soddisfare diverse funzioni, giocando un ruolo fondamentale per una gestione sostenibile delle risorse idriche e per la promozione di una green economy. Essendo le risorse idrauliche condivise, il deflusso associato a una piena in zone colpite da piogge localizzate ed intense può essere liberamente ridistribuito nell”intero sistema, mitigando i disastri idrogeologici; allo stesso tempo, i flussi in eccesso delle stagioni piovose possono essere immagazzinati per periodi di siccità. La produzione di energia e la capacità di invaso aumenterà e l’uso plurimo delle risorse idriche sarà facilitato.

Progetti

Commenti