Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Studio della variazione delle variabili climatiche di maggiore impatto sul sistema energetico italiano. Aggiornamento del sito web CLIMED

rapporti - Deliverable

Studio della variazione delle variabili climatiche di maggiore impatto sul sistema energetico italiano. Aggiornamento del sito web CLIMED

Il portale CLIMED è stato sviluppato per rendere disponibili le informazionirelative agli scenari di cambiamento climatico, dedotti dall’output dei modelli regionali Euro-CORDEX.L’utente può analizzare le variazioni climatiche medie e le variazioni degli eventi estremi, chepotrebbero avere significativi impatti sul sistema elettrico/energetico nazionale, su tre orizzontitemporali a breve, medio e lungo termine, nonché l’evoluzione climatica per ciascuna regione italiana.

A causa dei Cambiamenti Climatici in atto, si sta verificando un’intensificazione di eventi estremi (raffiche di vento, violenti temporali, forti nevicate…) con seri rischi per le attività umane e, in particolare, per le diverse componenti del settore elettrico/energetico. Elaborando i risultati dei modelli climatici allo stato dell’arte, sono state dedotte informazioni aggiornate circa la variabilità climatica e le variazioni attese per l’Italia, considerando i loro possibili impatti sul sistema elettrico nazionale. Poiché queste nuove conoscenze possono diventare strumenti utili alla gestione e alla pianificazione del sistema energetico nazionale, è stato sviluppato il portale CLIMED allo scopo di rendere facilmente accessibile l’analisi di scenari relativi sia alle variazioni climatiche medie che alle variazioni di diversi eventi meteorologici estremi.

L’utente può analizzare, a differenti scale temporali (annuale e stagionale), le condizioni climatiche attuali (periodo di riferimento il trentennio 1971-2000), descritte dagli archivi di riferimento E-OBS e MESAN (entrambi realizzati nell’ambito di progetti europei sulla base di dati osservati), e le variazioni climatiche attese a breve/medio/lungo termine (rispettivamente i periodi 2021-2050, 2041-2070 e 2071- 2100), definite considerando diverse proiezioni climatiche dedotte dai risultati di modelli climatici regionali Euro-CORDEX ad alta risoluzione (~12km).

Gli scenari sono stati elaborati nell’ipotesi di emissioni elevate di gas-serra, ovvero sono stati ottenuti considerando le simulazioni con forzante radiativa RCP 8.5 dal 1971 al 2100.

Le variazioni climatiche medie sono descritte da scenari relativi alle seguenti variabili meteorologiche: temperature media, minima e massima, precipitazione totale, intensità del vento. Gli scenari di eventi estremi sono descritti da cinque indici ETCCDI: SU, TR, CDD, R99PTOT e FD, per caratterizzare rispettivamente giornate calde, notti tropicali, periodi siccitosi, precipitazioni estreme, gelate. Inoltre, è stato calcolato l’indice frequenza WFS, appositamente definito per descrivere gli eventi di neve bagnata. Gli stessi parametri sono disponibili anche come serie temporali caratterizzanti l’evoluzione climatica con un dettaglio regionale, informazione indispensabile per lo sviluppo di scenari energetici coerenti con la disponibilità attesa delle varie fonti di energia (rinnovabili e convenzionali).

I risultati relativi all’evoluzione degli scenari climatici e degli eventi estremi sono stati divulgati nell’ambito di diverse conferenze, workshop nazionali e internazionali e su riviste scientifiche.

Progetti

Commenti