Cerca nel sito per parola chiave

News - Notizie

COP 28, Brasile nuovo membro di ISGAN

La firma ufficiale alla 28° Conferenza delle Parti della Convenzione delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici.

 

Il Brasile è entrato a far parte di ISGAN, l’International Smart Grid Action Network, l’iniziativa del Clean Energy Ministerial (CEM) e Technology Collaboration Programme (TCP) dell’International Energy Agency (IEA), di cui l’Italia è co-fondatrice, attualmente presieduta dal Direttore del Dipartimento Tecnologie di Trasmissione e Distribuzione di RSE Luciano Martini.

 

 

La firma ufficiale ha avuto luogo il 6 dicembre presso il padiglione italiano durante i lavori della 28° Conferenza delle Parti della Convenzione delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC) COP 28, che si è svolta a Dubai dal 30 novembre al 12 dicembre.

 

 

Alla cerimonia hanno preso parte l’Amministratore Delegato di RSE Franco Cotana, Luciano Martini in veste di chair di ISGAN, Luiz Carlos Ciocchi, Amministratore Delegato di ONS, l’Operatore nazionale del sistema elettrico brasiliano, Francesco Corvaro, Inviato Speciale italiano per i Cambiamenti Climatici, il Vicepresidente di ISGAN John Ward, Carolina Medeiros, Direttrice esecutiva di ONS e Christiano Vieira Da Silva, Direttore operativo di ONS.

 

 

Durante la cerimonia è stata sottolineata l’importanza strategica dell’evoluzione dei sistemi elettrici e dell’inclusione del Brasile all’interno di ISGAN, evidenziando la determinazione collettiva a sensibilizzare i governi sul valore e l’impatto delle smart grid. L’adesione del brasile, infatti, non solo testimonia l’impegno del Paese a promuovere partnership internazionali, ma inoltre espande la portata di ISGAN nei sei continenti, consentendo all’intera comunità di ISGAN di affrontare meglio le sfide in ambito smart grid e di promuovere lo sviluppo di reti più intelligenti, sicure e resilienti a livello globale.

 

Luciano Martini, Presidente di ISGAN, ha espresso il suo apprezzamento per l’inclusione del Brasile, affermando: “Abbiamo ora acquisito un partner di grande valore e importanza che può supportare ISGAN nel comprendere e affrontare le sfide delle reti e le esigenze specifiche dell’innovazione, con un focus sull’area del Sud America”.

 

 

Il Brasile consentirà di ampliare la prospettiva di ISGAN sull’integrazione di quote elevate di energie rinnovabili e sulla facilitazione del commercio energetico regionale.