Cerca nel sito per parola chiave

News - Notizie

Le materie prime al centro dell’incontro dedicato a Quintino Sella

News - Notizie

Le materie prime al centro dell’incontro dedicato a Quintino Sella

RSE è intervenuta sul tema della disponibilità delle risorse minerarie per le tecnologie digitali.

 

RSE ha partecipato a Biella il 16 marzo alla giornata di studio sulla figura dell’ingegnere minerario Quintino Sella, che l’Ordine degli Ingegneri di Biella ha celebrato per l’attualità della sua visione rivoluzionaria in tema di ricerca delle materie prime.

 

L’Amministratore Delegato di RSE Franco Cotana ha ricordato la figura di Quintino Sella, ingegnere idraulico specializzato poi in ingegneria mineraria, uomo eclettico, politico carismatico e innovatore. Nel corso dell’incontro l’AD ha evidenziato l’importante ruolo delle georisorse, come la geotermia e le Materie Prime Critiche (MPC), nel sistema elettro-energetico italiano, riconfermando l’impegno di RSE nel supportare le istituzioni italiane su questi temi strategici per il sistema Paese.

 

 

Nunzia Bernardo, Dipartimento Sviluppo Sostenibile e Fonti Energetiche di RSE, dopo aver inquadrato gli aspetti geopolitici legati alle Materie Prime Critiche in Europa, ha illustrato le iniziative chiave a livello europeo sul tema. Focus sul negoziato europeo “Critical Raw Materials Act” (CRMA), la proposta di regolamento della Commissione Europea che ha l’obiettivo di definire una strategia strutturata e resiliente per l’approvvigionamento delle MPC in Europa.

 

 

Sono stati così presentati i principali risultati ottenuti dalle attività di ricerca di RSE sul tema delle MPC e sulla loro importanza nell’ambito delle tecnologie energetiche, elemento chiave per la transizione. La ricerca di RSE copre l’intera value chain delle MPC, dall’estrazione diretta da mining tradizionale (cave, miniere e rifiuti estrattivi) e mining innovativo (potenziale minerario delle brine geotermiche italiane), fino al recupero delle materie prime seconde dall’urban mining, promuovendo una diversificazione degli approvvigionamenti, sempre in ottica di sostenibilità ambientale, sociale e di tutela dei diritti umani del settore minerario nel suo complesso.