Cerca nel sito per parola chiave

News - Notizie

Da LetExpo 2024 il punto di RSE sulla decarbonizzazione dei trasporti

News - Notizie

Da LetExpo 2024 il punto di RSE sulla decarbonizzazione dei trasporti

Gli spunti emersi dalla fiera targata Alis.

 

Anche quest’anno RSE ha preso parte alla terza edizione di LetExpo, evento promosso da ALIS e dedicato al mondo della logistica, dei trasporti e dei servizi alle imprese, che si è svolto a Veronafiere dal 12 al 15 marzo.

 

 

L’Amministratore Delegato di RSE Franco Cotana è intervenuto il 14 marzo alle ore 10 sul palco di ALIS Cafè, padiglione 3, all’incontro dal titolo “Un caffè con… i protagonisti dello sviluppo sostenibile”.

 

 

“L’Italia sulle rinnovabili ha ottenuto risultati positivi, ma fondamentale è la defossilizzazione di uno dei settori più difficili da decarbonizzare: quello dei trasporti. Su questo tema il PNIEC prevede un incremento considerevole della mobilità elettrica: entro il 2030 dovremmo arrivare a 6 milioni di veicoli elettrici, di cui 4 milioni full electric e 2 milioni di veicoli ibridi, 6 miliardi di metricubi di biometano e 1 milione di tonnellate di idrogeno rinnovabile, idrogeno blu e bio-idrogeno. Per raggiungere questi sfidanti obiettivi sono indispensabili maggiori investimenti per le infrastrutture energetiche, in particolare per le reti elettriche e di ricarica e per le interconnessioni del gas con l’allacciamento alla rete gas degli impianti di produzione del biometano” ha dichiarato a margine dell’evento l’Amministratore Delegato di RSE Franco Cotana.

 

 

In fiera anche Francesca Bazzocchi del Dipartimento Sviluppo Sistemi Energetici di RSE e Marco Borgarello, Responsabile del Gruppo di Ricerca “Efficienza Energetica”, che il 14 marzo alle ore 11 ha partecipato con uno speech di apertura al panel della sessione “Idrogeno ed elettrico: i vettori energetici per la decarbonizzazione?”, presso il palco ALIS Hub, padiglione 2.

 

 

 

Nel corso dell’incontro Marco Borgarello ha approfondito il tema delle fonti energetiche rinnovabili e della mobilità in ambito PNIEC. “Per raggiungere gli obiettivi  – ha dichiarato – occorrerà agire su due fronti: ridurre i consumi energetici di circa l’11% rispetto ai consumi attuali e avviare un importante programma di progressiva sostituzione dei combustibili fossili con un ampio utilizzo di FER, dall’elettricità ai biocombustibili, al biogas e a tendere anche l’idrogeno”.