Cerca nel sito per parola chiave

progetti - Ricerca di Sistema - 6° periodo (2015-2017/2018)

Evoluzione dei sistemi elettrici interconnessi e integrazione dei mercati

Il progetto sviluppa studi, metodi e strumenti sia per la gestione dell’evoluzione del sistema elettrico e del mercato elettrico nazionale in una prospettiva di integrazione in ambito europeo, sia per garantire la sicurezza in presenza di forti aleatorietà ed elevata produzione da fonti rinnovabili non programmabili

Nell’ultimo decennio, le nuove policy comunitarie e nazionali in tema di energia stanno determinando cambiamenti sostanziali nel mercato e nel sistema elettrico nazionale, che fanno emergere nuove criticità ed esigenze. Sotto la spinta di driver tecnici, economici, ambientali e sociali, il sistema elettrico ha assunto un layout completamente differente, caratterizzato da una crescente integrazione in rete della produzione da fonti rinnovabili non programmabili e da una generazione maggiormente distribuita, anziché concentrata in pochi impianti di grande taglia.

La trasformazione è in atto anche nei mercati elettrici europei, con l’obiettivo di ottenere un unico Internal Electricity Market (IEM): tale processo, attualmente in fase avanzata relativamente al coupling dei mercati day-ahead, è previsto estendersi prossimamente ai mercati infragiornalieri ed a quelli di bilanciamento e dei servizi di dispacciamento. È quindi importante eseguire valutazioni sugli impatti che le diverse variabili del sistema europeo possono avere sul sistema elettrico nazionale. Una variabile con dimensione europea è sicuramente il meccanismo ETS. Nel progetto di Ricerca di Sistema “Evoluzione dei sistemi elettrici interconnessi e integrazione dei mercati” è stata quindi svolta un’analisi di sensitivity sull’incidenza del prezzo dei permessi di emissione di CO2 sul sistema nazionale e sugli scambi tra i principali Paesi manifatturieri europei.

Altre attività orientate all’analisi dei mercati elettrici si sono focalizzate sulle possibili evoluzioni a medio e lungo termine del sistema, della sua gestione e del quadro regolatorio che ne governa il funzionamento. Di particolare rilevanza, in questo contesto, è la partecipazione di RSE al progetto Riforma del Dispacciamento Elettrico, dell’Autorità (AEEGSI), per la determinazione del prezzo degli sbilanciamenti e l’introduzione di prezzi nodali. In questo contesto state svolte analisi di scenario per capire come calcolare un prezzo dell’energia in tempo reale, tenendo conto delle peculiarità del mercato elettrico italiano.

Infine, ancora nel contesto di possibili evoluzioni dei mercati elettrici, sono stati svolti studi per valutare il contributo ai servizi di regolazione da parte di nuove risorse. Si è analizzata la possibile partecipazione di sistemi di accumulo elettrochimico, anche accoppiati a impianti rinnovabili non programmabili, alla fornitura di servizi tradizionali (regolazione primaria e secondaria di frequenza). Inoltre, avvalendosi di un modello dinamico semplificato di sistema elettrico, si è analizzato l’impatto sulla stabilità di frequenza dell’aggiunta di logiche di controllo per due nuovi possibili servizi: inerzia sintetica e regolazione primaria veloce di frequenza.