Cerca nel sito per parola chiave

pubblicazioni - Articolo

Il costo dell’Energia Non Fornita nel settore elettrico

pubblicazioni - Articolo

Il costo dell’Energia Non Fornita nel settore elettrico

Il presente articolo descrive le metodologie e le tecniche adottate per calcolare il costo dell’Energia Non Fornita, del quale vengono riportate stime effettuate a livello internazionale. Sono inoltre riportati esempi di regolazione della continuità della fornitura nel settore della trasmissione.

Con il consolidarsi e l’estendersi della tendenza all’incremento del peso dei consumi elettrici in rapporto ai consumi energetici totali, diventa sempre più pressante la richiesta, dei consumatori finali alle utility, di avere un servizio con livelli crescenti di continuità. Infatti le interruzioni della fornitura sono sempre meno accettate dai clienti soprattutto perché i loro effetti socio-economici sono sempre più pesanti. Al contempo, se in un contesto di mercato liberalizzato la continuità del servizio non fosse né contrattabile né incentivata, le utility potrebbero ridurre quegli investimenti in particolar modo finalizzati a garantire adeguati standard di affidabilità, provocando di conseguenza un degrado del livello di continuità della fornitura ai clienti finali, come tendono a dimostrare le analisi teoriche confermate anche da esperienze pratiche là dove è carente l’attività di Enti Regolatori. Pertanto una regolamentazione incentivante della continuità della fornitura può garantire che le politiche di taglio dei costi, conseguenti a regimi tariffari basati su meccanismi di price-cap, non siano realizzate a scapito della continuità stessa. Questo articolo presenta i principali risultati di una indagine che ha avuto come oggetto sia le metodologie e le tecniche usate, in ambito internazionale, per calcolare il costo delle interruzioni della fornitura di energia elettrica, sia le azioni messe in campo dai Regolatori europei per incentivare la continuità del servizio elettrico. Lo scopo è quello di fornire un quadro di riferimento sia per la definizione di indicatori economici atti a stimare il Costo dell’Energia Non Fornita (CENF), sia per fornire una valutazione affidabile di costi e benefici connessi con investimenti finalizzati ad aumentare gli effettivi livelli di continuità della fornitura di energia elettrica.

Progetti

Commenti