Cerca nel sito per parola chiave

pubblicazioni - Articolo

La classificazione dei CSS si riallinea alla UNI EN 15539

pubblicazioni - Articolo

La classificazione dei CSS si riallinea alla UNI EN 15539

La comunicazione aggiorna sullo stato al 2018 dei documenti normativi in redazione in ISO TC300/Wg 2: l’ ISO 21640, per la classificazione e specifica del CSS/SRF e l’ ISO/TR 21916 che la integrerà con elementi di riferimento utili ad identificare e quantificare i requisiti di qualità del CSS/SRF in relazione a specifici usi finali.

La comunicazione aggiorna sui documenti normativi ISO/CD 21640 e ISO/TR WD 21916 in intinere nel 2018 in ISO TC300/Wg2.L’ ISO/CD 21640costituirà la norma internazionale di riferimento per la classificazione e specifica del CSS/SRF e, rispetto alla la EN 15539: conferma la natura di norma che stabilisce le regole per la classificazione e specifica di CSS/SRF prodotti da rifiuti non pericolosi, ma delimita il proprio campo applicativo ai soli CSS/SRF prodotti e utilizzati come rifiuto; conferma il criterio di classificazione (3 parametri chiave, PCI, Cl e Hg, e 5 classi con valori limite), ma intende ridefinire per alcune classi, i boundary values per il Hg, sulla base di una valutazione dei livelli riscontrabili nel CSS/SRF attualmente prodotto; conferma il criterio di specifica basato su set di parametri, obbligatori e non obbligatori (demandati, ad un accordo tra produttore ed utilizzatore e senza valori di riferimento) pur con dettaglio richiesto per il parametro obbligatorio “particle size” piuttosto discusso (ritenuto da alcune delegazioni eccessivo perché nella pratica non frequentemente richiesto e foriero di oneri aggiuntivi per il produttore del combustibile).

L’ISO/TR WD 21916 fornirà riferimenti per identificare e quantificare i parametri che definiscono la qualità dei CSS/SRF in relazione a specifici usi finali, Il draft attuale mette a disposizione informazioni sui parametri di specifica e relativi valori attualmente fissati da standard, linee guida, specifiche concordate tra produttore e utilizzatore, e da legislazioni nazionali e i primi esiti (typical values per parametri di specifica) di un’analisi, statistica di valori misurati.

Progetti

Commenti