Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Rapporto di Sintesi

P6 (T&D) “Applicazioni nel campo delle tecnologie innovative”- Documento di sintesi delle attività 2007

rapporti - Rapporto di Sintesi

P6 (T&D) “Applicazioni nel campo delle tecnologie innovative”- Documento di sintesi delle attività 2007

Il presente rapporto costituisce la sintesi delle attività di ricerca svolte nel periodo gennaio 2007 – febbraio 2008 nel progetto “Applicazioni nel campo delle tecnologie innovative” dell’Area “Trasmissione e Distribuzione”, una delle quattro Aree di ricerca definite nell’accordo di programma triennale tra il Ministero per lo Sviluppo Economico e CESI RICERCA S.p.A. stipulato il 21 giugno 2007. Gli obiettivi e l’articolazione del progetto sono descritti nel documento “Piano annuale di realizzazione 2007” rev. 1 del 3/12/2007. Il presente progetto, previsto di durata biennale, continua una parte del lavoro svolto nel corso del 2006 nel WP 4.1 “Evoluzione nella struttura e nella gestione delle reti di distribuzione” descritto nel “Piano annuale di realizzazione 2006”. Nel periodo in oggetto sono state sviluppate attività di studio ed analisi finalizzate alla valutazione delle potenzialità applicative di metodiche di comunicazione e di materiali e componenti innovativi. Tramite attività sperimentali di caratterizzazione e prova è stata inoltre effettuata la progettazione di dispositivi e componenti di taglia significativa per futuri impieghi nelle reti di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica. Un altro importante argomento che è stato affrontato durante lo svolgimento dell’attività di ricerca 2007, ha riguardato l’analisi della suscettibilità ai disturbi di rete di componenti e apparati di automazione industriale. In particolare, l’attività del 2007 è stata articolata nei seguenti punti principali: null Studio e sperimentazione di metodiche di comunicazione Questa tematica ha compreso diverse attività per lo studio e la successiva verifica sperimentale in laboratorio, del comportamento trasmissivo degli accoppiatori capacitivi e dei partitori di tensione capacitivi utilizzati sulle reti MT, e la messa a punto e verifica dell’emulatore di canale di comunicazione per onde convogliate digitali. null Studio e sperimentazione di materiali innovativi per il sistema di Trasmissione e Distribuzione Questa tematica ha compreso diverse attività tra le quali un osservatorio sulle possibili applicazioni nel settore elettrico di nanomateriali e nanotecnologie, studi finalizzati alla misura della temperatura d’arco in miscele CO 2 /O 2 quali possibili alternative più ecocompatibili all’ SF 6 e attività di ricerca rivolte alla misura della tensione di scarica per miscele CO 2 /O 2 con diverse percentuali di ossigeno. null Sviluppo della metodologia Life Cycle Assessment (LCA) per trasformatori superconduttivi L’attività principale è consistita nella messa a punto della metodologia LCA per la stima degli impatti ambientali ed il confronto dell’ecoprofilo di trasformatori basati su superconduttori ad alta temperatura (SAT) e convenzionali di taglia 25 MVA. null Caratterizzazione, modellazione e progettazione di componenti a superconduttore per reti le T&D Questa tematica ha compreso diverse attività tra le quali la modellazione FEM (Finite Element Method) di superconduttori di seconda generazione a base di YBCO, la caratterizzazione di superconduttori di prima e seconda generazione e l’affinamento delle metodiche di progettazione e simulazione di dispositivi limitatori di corrente o SFCL (Superconducting Fault Current Limiter) basati su diverse tipologie di superconduttore. null Analisi della suscettibilità ai disturbi di rete dei componenti e apparati di automazione industriale Le attività che sono state svolte nell’ambito di questa tematica hanno riguardato sia gli aspetti metodologici di tipo sperimentale, sia l’individuazione e la predisposizione dei diversi elementi necessari per la conduzione della sperimentazione stessa al fine di analizzare la suscettibilità ai disturbi di rete dei componenti e degli apparati di automazione industriale.

Progetti

Commenti