Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Indagine sulla potenzialità di recupero di calore di scarto di processi industriali ai fini della generazione elettrica

rapporti - Deliverable

Indagine sulla potenzialità di recupero di calore di scarto di processi industriali ai fini della generazione elettrica

Si analizzano le fattibilità e la convenienza dello sfruttamento di scarti termici dell’industria – in particolare: nel settore siderurgico – per la generazione di energia elettrica da realizzarsi mediante l’impiego di impianti turbogas a combustione esterna.

L’impiego di turbine a gas alimentate da aria riscaldata in un circuito esterno (Externally Fired Gas Turbines), anziché da un combustore integrato, può rappresentare una modalità di sfruttamento di energia termica residuale di impianti industriali.

Nel presente documento sono descritti i risultati di una indagine conoscitiva che è stata svolta con lo scopo di comprendere quali siano le potenzialità di applicazione di tale tecnologia nell’industria nazionale, con particolare riferimento al settore siderurgico; lo studio ha preso in considerazionemateriale di letteratura – incluso il “Best available techniques (BAT) reference document for iron and steel producion” – ma anche una selezione di progetti relativi ad interventi di efficientamento che negli ultimi anni sono stati proposti ed attuati da realtà industriali operanti sul territorio italiano e che sono stati candidati all’ottenimento di Titoli di Efficienza Energetica.

Dopo avere identificato la sede e l’entità delle principali dissipazioni termiche che si verificano negliimpianti destinati alla produzione siderurgica industriale, le caratteristiche del vettore termico sono state esaminate valutandone possibilità e limiti di utilizzo in funzione di diverse modalità di sfruttamento.

Dalle ricerche effettuate non è emerso alcun riscontro di casi in cui venga prodotta energia elettrica permezzo di una turbomacchina alimentata sfruttando i cascami termici dell’attività industriale, verosimilmente a causa della notevole aggressività degli inquinanti in essi contenuti e dei danni che questi possono causare alle macchine.

I progressi della tecnologia di produzione dei materiali ceramici, che già adesso appaiono come i migliori candidati per l’utilizzo in scambiatori di calore che operino a temperature estremamente elevate, potranno forse consentire, in futuro, di porre in competizione la generazione elettrica mediante impianti turbogas indirettamente alimentati da cascami termici industriali con altre modalità di recupero del calore, già attualmente disponibili ed utilizzate.

Progetti

Commenti