Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Funzioni di ottimizzazione locale e di distretto: integrazione di SOLE in campo reale

rapporti - Deliverable

Funzioni di ottimizzazione locale e di distretto: integrazione di SOLE in campo reale

Il rapporto descrive la validazione in campo reale della strategia di controllo delle risorse energetiche di un’utenza al fine di incrementare l’autoconsumo e ottimizzare lo scambio con la rete elettrica allo scopo di fornire servizi di flessibilità. Sono inoltre riportati i principali aggiornamenti apportati al sistema SOLE che riguardano: l’integrazione del sistema di controllo semi-automatico basato su notifiche su smartphone, la realizzazione di un algoritmo di minimizzazione dell’errore della previsione di consumo che ha l’obiettivo di massimizzare l’autoconsumo d’utenza; l’aggiornamento dell’interfaccia grafica del sistema SOLE e lo sviluppo delle specifiche funzionali di un “serious game”.

Come evidenziato dall’Autorità (ARERA) nel Quadro Strategico 2015-2018, l’Italia si trova ancora nel pieno processo di riforma strutturale del sistema elettrico che vedrà,
a compimento, il raggiungimento di un buon livello di integrazione delle risorse distribuite, permesso anche grazie a un migliore sfruttamento locale dell’autoconsumo e a una gestione coordinata delle risorse di produzione/consumo/accumulo in forma aggregata.

Appare chiaro che, in questo scenario di riferimento, l’utente residenziale debba essere messo in grado di poter gestire in maniera consapevole i propri consumi energetici, modulando e traslando i propri prelievi da rete durante la giornata. Le attività di ricerca svolte nel Piano Annuale 2018 si inseriscono nello scenario evolutivo sopra delineato e hanno riguardato il test in campo reale del sistema SOLE (Sistema di Ottimizzazione Locale dell’Energia) e il miglioramento di alcune funzionalità implementate nelle precedenti versioni del sistema.

Di seguito sono riportati i principali argomenti trattati nel rapporto:

Cap. 1 – Introduzione: è descritto lo scenario di riferimento regolatorio europeo e italiano all’interno del quale si colloca l’attività di ricerca.

Cap. 2 – Aggiornamenti delle logiche di ottimizzazione: la sezione riporta la modalità di controllo con feed-back dell’utente tramite smartphone (controllo semi-automatico) che completa la strategia di ottimizzazione energetica svolta dal modulo ENG, basata sull’invio di suggerimenti all’utente. È inoltre descritta la metodologia sviluppata per la minimizzazione dell’errore di previsione del consumo d’utenza basata sull’analisi dello storico dei consumi d’utenza e volta ad individuare abitudini comportamentali caratteristiche che possono contribuire a ridurre l’errore di previsione. Infine sono riassunti i principali aggiornamenti riguardanti l’ottimizzazione dell’interfaccia RSE Panel.

Cap. 3 – Esecuzione di test in campo reale: sono riportati i risultati delle prove condotte per validare la gestione del sistema di accumulo svolta dal modulo ESS. Sono stati, principalmente, svolti test di interazione tra il sistema di accumulo, gli elettrodomestici d’utenza e il veicolo elettrico.

Cap. 4 – Strategie per il coinvolgimento dell’utente nelle dinamiche di gestione del distretto energetico: descrive le caratteristiche e le specifiche funzionali per lo sviluppo di un gioco che ha l’obiettivo di sensibilizzare l’utente sulla tematica della gestione della domanda elettrica.

Cap. 5 – Aggiornamenti sull’attività normativa

Cap.6 – Conclusioni: sono evidenziate le principali conclusioni e i possibili sviluppi futuri.In Appendice sono riportate le informazioni relative alla realizzazione della architettura SW su cui si basa lo scambio dati per la realizzazione delle funzioni di visualizzazione e gestione energetica.

Progetti

Commenti