Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

2.2.1-Microsistemi integrati per applicazioni nel settore elettrico: sviluppo attuale delle applicazioni.

rapporti - Deliverable

2.2.1-Microsistemi integrati per applicazioni nel settore elettrico: sviluppo attuale delle applicazioni.

Sensori e sistemi di acquisizione elaborazione dati consentono di controllare il funzionamento degli impianti di generazione trasmissione e distribuzione del sistema elettrico, al fine d’individuare tempestivamente anomalie o possibili guasti e ridurre il pericolo di interruzioni non programmate. Soluzioni di monitoraggio innovative, interessanti per una maggiore affidabilità e continuità di esercizio del sistema elettrico, potrebbero scaturire dalla messa a punto di microsistemi e in generale di sensori e dispositivi integrati di misura, caratterizzati da prestazioni adeguate in termini di sensibilità, immunità ai disturbi dell’ambiente, e qualità delle informazioni diagnostiche prodotte. Per consolidare la conoscenza di tali dispositivi, la loro disponibilità, le prestazioni, e la possibilità di un loro sviluppo applicativo finalizzato alle esigenze del settore elettrico, il Progetto SENNA prevede nel WorkPackage “Microsistemi integrati per applicazioni nel settore elettrico” delle attività di osservatorio e di sperimentazione, attraverso le Milestones “Osservatorio sullo sviluppo delle applicazioni dei microsistemi integrati” e “Sperimentazione di microsistemi integrati in applicazioni di interesse per il settore elettrico”. I "microsistemi integrati" in oggetto includono microsensori, MEMS, MOEMS, nomi e acronimi che individuano dispositivi integrati su silicio realizzati con le tecniche di microfabbricazione tipiche dei circuiti integrati. Queste tecnologie sono interessanti per disporre di nuovi dispositivi di dimensioni contenute e prestazioni in linea con i requisiti delle succitate applicazioni di monitoraggio. La prima Milestone i cui risultati sono illustrati nel presente rapporto, è una ricognizione dei microsistemi applicabili al monitoraggio negli impianti del sistema elettrico, ad esempio accelerometri per la misura delle vibrazioni del macchinario rotante, misuratori di parametri elettrici e/o meccanici per componenti di sottostazione, per impianti di trasmissione e distribuzione dell’elettricità, sensori di misura della temperatura utilizzabili per le linee elettriche e parti meccanici soggette a stress termici. Tale attività è stata realizzata in collaborazione con il Dipartimento di Elettronica per l’Automazione (DEA) della facoltà di Ingegneria dell’Università di Brescia, che ha competenze nella progettazione e nella messa a punto sperimentale di microsensori e microsistemi per applicazioni industriali. L’indagine ha confermato la disponibilità di sensori per rilevare grandezze incluse nel perimetro delle applicazioni d’interesse per il settore elettrico, quali accelerometri, sensori dielettrometrici, microbolometri per prove termiche, microsensori di tipo ottico; inoltre ha evidenziato le potenzialità di soluzioni autoalimentate tramite conversione dell’energia dall’ambiente al fine di realizzare dispositivi operanti in autonomia in zone prive di cablaggi e infrastrutture di alimentazione e/o connessioni di rete.

A valle di una analisi delle possibilità di sviluppo evidenziate dall’indagine, sono state individuate due tematiche, rispettivamente gli accelerometri riconfigurabili per misure triassiali, e la conversione elettro- meccanica per l’alimentazione di accelerometri, interessanti per una verifica sperimentale nell’ambito della successiva Milestone 2.2.2 “Sperimentazione di microsistemi integrati in applicazioni di interesse per il settore elettrico”. Tali azioni proseguiranno nell’ambito della stessa collaborazione già in atto con Università di Brescia – DEA..

Progetti

Commenti