Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

5.3.1-Identificazione della risposta in frequenza della rete e dei componenti in bassa tensione del campo simulato CESI per prove di comunicazione PLC

rapporti - Deliverable

5.3.1-Identificazione della risposta in frequenza della rete e dei componenti in bassa tensione del campo simulato CESI per prove di comunicazione PLC

La domanda di interconnessione e di flusso informativo cresce parallelamente alla crescita tra sistemi di controllo distribuiti capillarmente sui diversi livelli di tensione della rete di distribuzione della energia elettrica. L’utilizzo per le comunicazioni elettriche di quantità sempre maggiori di informazione è un forte stimolo allo sviluppo di nuovi vettori di comunicazione, ma anche all’utilizzo di maggiori bande passanti sui vettori fisici già esistenti. Da questo punto di vista la capillare rete di distribuzione dell’energia elettrica si presenta come un naturale candidato ad un impiego trasmissivo più massiccio, eventualmente con l’impiego di sistemi di modulazione particolarmente robusti. Particolarmente interessante è la possibilità di utilizzo delle linee BT (Bassa Tensione) ed MT (Media Tensione) per comunicazioni digitali fino a 30 MHz, con prevedibile un aumento ulteriore del limite di utilizzo in frequenza. Al fine di disporre di un ambiente realistico per la verifica delle prestazioni ottenibili con sistemi PLC a larga banda nel corso della prima fase della ricerca di sistema è stato progettato e realizzato un laboratorio che riproduce in scala reale i più importanti elementi caratteristici di una rete di distribuzione elettrica a bassa tensione. La struttura del laboratorio è progettata per essere configurata in assetti diversi, in modo da riprodurre, con gli stessi elementi base, reti di diverse caratteristiche. La rete BT è poi connessa alla rete MT interna del CESI e consente di estendere la sperimentazione delle tecnologie PLT anche a questo livello di tensione, pur con minori gradi di libertà. A questo fine si è provveduto ad attrezzare una linea MT con accoppiatori operanti nella banda di frequenze del PLC. Nel presente rapporto viene descritta l’attività di caratterizzazione elettrica del laboratorio stesso e dei suoi componenti strutturali fondamentali. L’attività di misura ha riguardato principalmente la caratterizzazione vettoriale in funzione della frequenza dei singoli componenti. In particolare si è scelto di caratterizzare i componenti tramite i cosiddetti parametri S ( di “Scattering”, o di diffusione) La gamma di frequenza su cui si sono effettuate le misure va da 10 kHz a 50 MHz. La frequenza limite delle misure è superiore alla massima frequenza attualmente prevista per l’utilizzo delle PLC (30 MHz); si è comunque preferito eccedere in previsione di possibili espansioni future delle frequenze di utilizzo. Questa attività eminentemente sperimentale ha quindi permesso di creare una libreria di parametri S dei vari componenti. Questa libreria costituisce la base tramite la quale, con opportuno programma di

simulazione , si può prevedere il comportamento in frequenza della rete stessa in qualsiasi configurazione essa venga posta.

Progetti

Commenti