Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Rapporto di Sintesi

Progetto “Strumenti per la gestione e la diffusione dei risultati della Ricerca di Sistema” – Attività 2003

rapporti - Rapporto di Sintesi

Progetto “Strumenti per la gestione e la diffusione dei risultati della Ricerca di Sistema” – Attività 2003

Il progetto si è posto l’obiettivo di definire, sviluppare e configurare gli strumenti più idonei per la corretta diffusione dei risultati della Ricerca fra tutti gli operatori del Sistema Elettrico, le Autorità ed il pubblico. La via più ovvia, stante l’attuale realtà tecnologica e la diffusione di Internet come mezzo multimediale di collegamento capillare, passa attraverso la realizzazione e la messa in linea di un portale Web 1 . La forte diversificazione degli argomenti trattati, unitamente alla rilevante mole della documentazione prodotta ed al diverso livello di competenza degli utilizzatori, hanno reso indispensabile la messa a punto di nuove funzionalità, che superassero i limiti di quelli normalmente disponibili, spesso destinate a settori specifici o limitati. Questo, per quanto sia stato, in gran parte, effettuato attraverso la selezione di prodotti commerciali di punta e la loro personalizzazione alle specifiche esigenze, ha anche comportato lo sviluppo di prodotti innovativi. È stato in ogni modo necessario riunire competenze multi disciplinari, non solo di natura informatica e tecnica, ma anche con escursioni nel campo sociale e sociologico. Ciò al fine di individuare le necessità dei diversi utilizzatori delle informazioni e di fornire strumenti di complessità e contenuti adeguati alle diverse situazioni. Si è partiti, nell’anno 2000, nell’attesa dell’auspicabile emanazione di norme per la diffusione dei documenti prodotti nell’ambito della Ricerca di Sistema 2 da parte degli organismi di controllo, avviando il sottoprogetto CORIS (Comunicazione dei risultati). Questi aveva l’obiettivo limitato, da raggiungere nell’arco temporale di un anno, di individuare gli aspetti salienti delle modalità di diffusione ed evidenziare le conseguenti indispensabili funzionalità, frutto di ricerca o dell’adattamento di prodotti commerciali, da svilupparsi durante l’evoluzione del progetto. La prima necessità emersa da questa ricerca è stata quella di avere a disposizione uno strumento che assicurasse corrette procedure di controllo e gestione dell’intera documentazione della RdS, agevolando di conseguenza il suo inserimento nel portale Web. Si è quindi avviato, all’inizio del 2001, il sottoprogetto GED (Gestione Elettronica dei Documenti) che, nell’arco temporale di un biennio, ha portato alla piena funzionalità del sistema di gestione ed alla stesura delle specifiche d’utilizzo che porranno anche altri operatori della RdS in grado di utilizzare questo strumento in un’ottica unitaria e complementare. Contemporaneamente è stato avviato il sottoprogetto WEB per la realizzazione, in questo caso più che mai sulla base delle indicazioni emerse dal Sottoprogetto CORIS, di un sito con caratteristiche innovative, in grado di sostenere la diffusione dei risultati della RdS. Rivolto quindi non solo agli operatori della ricerca ma anche a tutte le categorie potenzialmente interessate, cui fornisce contemporaneamente notizie sulle forme di comunicazione alternative che eventualmente fossero messe in atto, quali convegni, seminari, incontri e quant’altro, costituendo così anche un riferimento per discussioni ed informazioni sul sistema elettrico. 1 Web, lo stesso che WWW (World Wide Web), termine coniato da Tim Berners-Lee nel 1990, per indicare l’ipertesto appoggiato alla rete Internet 2 Nel seguito RdS

Sempre nel 2001 è stato avviato il sottoprogetto KNOWMAN (Knowledge Management 3 ) che, in un biennio, ha permesso di sviluppare nuove funzionalità di KM finalizzate al rapido ed agevole reperimento delle informazioni contenute nella documentazione presentata sul portale. Nel suo ambito è stato anche realizzato, affinché i documenti siano più facilmente fruibili, un importante strumento, denominato Glossario, destinato a contenere non solo le definizioni dei vocaboli tecnici e normativi ma anche la loro spiegazione, se il caso con supporti multimediali. I documenti RdS sono reperibili direttamente anche tramite il Glossario con opportuni rinvii. Un altro aspetto saliente di questa realizzazione è che il Glossario oltre che, naturalmente, consultato, può essere anche aggiornato da una comunità d’utenti, tramite Internet. Si favorisce così, ulteriormente, il crearsi di un lessico e di una cultura comune tra tutti gli operatori nel campo della RdS. Ad ulteriore corredo del portale, per raggiungere compiutamente quegli obiettivi di immediatezza e di efficacia nella trasmissione dei contenuti della RdS, il sottoprogetto E-DEMO (Dimostratori accessibili via WEB) ha permesso di sfruttare le possibilità interattive del portale Web inserendovi dimostratori in grado di evidenziare i risultati pratici delle attività di ricerca senza rinunciare ad una modalità di accesso adeguata alle tematiche ed al pubblico interessato. Un dimostratore, infatti, può essere definito come un elemento multimediale interattivo che consenta di esemplificare il risultato di una determinata attività, fornendo all’utente una modalità d’accesso, semplificata ed accattivante, con una minore attenzione al dettaglio tecnico/scientifico: questo potrà essere approfondito successivamente attraverso la lettura di documenti specifici. 3 nel seguito KM

Progetti

Commenti