Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Caratterizzazione di sistemi di misura per elevate correnti transitorie

rapporti - Deliverable

Caratterizzazione di sistemi di misura per elevate correnti transitorie

Il presente documento rappresenta la relazione conclusiva sulle attività di caratterizzazione dei sistemi di misura per elevate correnti, attività previste dal sottoprogetto MISQUA nell’ambito del progetto di Ricerca di Sistema 2001 QUAFOR (doc. di rif. [a]). Oggetto del presente documento è la descrizione delle attività svolte nell’ambito del sottoprogetto MISQUA, attività che avevano l’obiettivo di contribuire, con evidenze teoriche e sperimentali, al dibattito e alle attività in corso in campo nazionale ed internazionale circa il raggiungimento della riferibilità ai Campioni nazionali ed internazionali delle misure di elevate correnti effettuate in prove di corto circuito su componenti elettromeccanici1. La riferibilità per tale tipo di misure infatti non è ad oggi ancora pienamente raggiunta, soprattutto a causa di difficoltà tecniche che sorgono al momento di caratterizzare i trasduttori di corrente in frequenza (fino a qualche decina di kHz) e in ampiezza (fino a 200-250 kArms). In particolare l’attività svolta si è sviluppata attraverso i seguenti passi fondamentali: – studio e verifica della possibilità di caratterizzare in frequenza i più comuni trasduttori di corrente utilizzati in prove di corto circuito (derivatori resistivi coassiali) con metodi alternativi a quelli fino ad oggi in uso, ricorrendo in particolare a metodi di elaborazione dati basati sulla trasformata discreta di Fourier – verifica sperimentale dei suddetti metodi di caratterizzazione in frequenza su due derivatori resistivi coassiali di diverso valore nominale – verifica sperimentale della possibilità che un sistema di misura per elevate correnti con le attuali prove di taratura e/o con i metodi alternativi di caratterizzazione in frequenza possa configurarsi, per prestazioni e incertezze di misura, come Sistema di Misura di Riferimento per elevate correnti di corto circuito con riferibilità ai Campioni nazionali ed internazionali. L’attività, vista la necessità di avere un riscontro autorevole su concetti impegnativi come la riferibiltà ai Campioni nazionali in un campo di misura particolare come quello delle elevati correnti di corto circuito, è stata svolta con la collaborazione dell’Istituto Elettrotecnico Nazionale “Galileo Ferraris” di Torino, Dipartimento di Elettromeccanica. 1 Le attività sulla riferibilità per le misure di elevate correnti di corto circuito a cui ci si riferisce sono quelle promosse principalmente, e tuttora in corso con scopo prenormativo, in ambito STL (Short Circuit Testing Liaison), l’associazione tra i maggiori laboratori di prova di corto circuito mondiali, attività supportate in passato anche dai programmi di ricerca finanziati in ambito comunitario dall’UE (doc. di rif. [b]).

Progetti

Commenti