Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Definizione di linee guida per la valutazione dell’impatto di azioni DSM e programmi di Efficienza Energetica sulla riduzione dei consumi di energia primaria e sul contenuto di emissioni: partecipazione al gruppo internazionale

rapporti - Deliverable

Definizione di linee guida per la valutazione dell’impatto di azioni DSM e programmi di Efficienza Energetica sulla riduzione dei consumi di energia primaria e sul contenuto di emissioni: partecipazione al gruppo internazionale

Il presente rapporto riassume i risultati della partecipazione del CESI al gruppo internazionale IEA DSM Task 1- Subtask 9-“Evaluation Guidebook on the impact of DSM (Demand Side Management) and EE (Energy Efficiency) programmes for kyoto’s GHG (Green House Gases) targets” relativa al 2002 e primo semestre 2003 (la partecipazione è prevista fino a Dicembre 2003). Tale attività è inserita nell’ambito del Progetto RdS “ELTEC”, sottoprogetto “SCEL”. Scopo del Subtask, operativo a partire dal Giugno 2002, è quello di definire delle linee guida e delle metodologie comuni per la valutazione di programmi di DSM e di Efficienza Energetica, tenendo in considerazione gli obiettivi indicati dal protocollo di Kyoto relativamente alla riduzione dei gas serra. Il lavoro si è sviluppato tramite incontri trai i partecipanti al subtask ed attività svolte singolarmente dai diversi membri e dall’Agente Operativo nelle rispettive sedi, con scambi di informazioni e documentazione tramite posta elettronica e contatti. L’attività svolta dal CESI ha riguardato, in particolare, la partecipazione ad incontri, la stesura e la presentazione di un Country Report, contenente informazioni sulle principali strategie e politiche energetiche nel campo dell’Efficienza Energetica (EE) in Italia, e di un caso studio relativo alla valutazione di misure di efficienza energetica. In particolare, come caso studio si è considerato quello relativo al rilascio dei certificati di efficienza energetica (EEC) previsto nell’ambito dei due Decreti Ministeriali dell’Aprile 2001 sull’Efficienza Energetica (vedi Bibliografia par. 3.4), fornendo esempi di valutazione dell’impatto della realizzazione di interventi di risparmio energetico sulla riduzione di energia primaria. Nel capitolo 2 si forniscono alcune indicazioni sulle motivazioni che hanno portato alla definizione del Subtask e la lista dei partecipanti , mentre nel capitolo 3 si riassumo le attività svolte ed i principali contenuti dei documenti redatti, insieme con una breve sintesi dello stato avanzamento lavori. Si riportano quindi in Allegato il Piano di Lavoro del Subtask (ALLEGATO IV), la prima versione di Country Report (ALLEGATO III) e l’esempio di Caso Studio (ALLEGATO II).

Per quanto riguarda l’attività globale del Subtask, l’attività svolta ha portato, tra l’altro, alla stesura della prima bozza della guida (riportata in ALLEGATO I), la cui struttura e contenuti vengono riassunti e commentati nel capitolo 4. In particolare, nella strutturazione e definizione della guida di valutazione, l’approccio seguito all’interno del Subtask è quello di utilizzare, da un lato, le esperienze e le informazioni deducibili dalla documentazione esistente a livello internazionale e dall’altro di collezionare ed analizzare esperienze e documentazione a livello nazionale, in modo da definire metodologie armonizzate di valutazione di Programmi DSM e di Efficienza energetica, tramite un processo di apprendimento. L’integrazione delle esperienze e conoscenze sopra menzionate avviene con il coordinamento ed il supporto dell’Agente Operativo, responsabile anche della stesura della versione preliminare e finale guida, come della promozione dell’attività svolta dal Subtask. L’approccio definito ha portato alla definizione di una e metodologia di lavoro che può essere riassunta nei punti seguenti: – Tavole rotonde per scambi di conoscenze e discussioni – Analisi di esperienze e documentazione disponibile a livello nazionale: – Redazione e presentazione da parte dei partecipanti di rapporti sulla situazione nazionale (Country Report) relativamente al tema in esame (sistemi nazionali di politiche energetiche esistenti, metodi di valutazione di programmi e politiche energetiche utilizzati ecc.) – Redazione e presentazione da parte dei partecipanti di casi studio (Case Studies) di valutazioni relative a programmi DSM e di EE (i casi studio costituiranno poi parte integrante del Country Report) NOTA: I Casi Studio devono essere relativi alle categorie di misure DSM e di EE definite all’interno del Subtask (vedi par. 4.3) – Presentazione di documentazione, esperienze e lavori in corso a livello internazionale di interesse, da parte dell’OA (o anche dei partecipanti, quando lo ritengano utile), e relativa discussione. [L’OA provvede inoltre ad inserire documenti di interesse in una Libreria inserita nel sito WEB relativo alle attività del Subtask]

Progetti

Commenti