Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Interramento di elettrodotti AT quale soluzione per la mitigazione del campo magnetico: analisi delle tecnologie dei cavi e dei GIL (Gas Insulated Lines)

rapporti - Deliverable

Interramento di elettrodotti AT quale soluzione per la mitigazione del campo magnetico: analisi delle tecnologie dei cavi e dei GIL (Gas Insulated Lines)

Per ridurre l’esposizione al campo magnetico delle persone residenti in vicinanza di linee elettriche, non sempre è possibile, o consigliabile, allontanare i conduttori delle linee stesse attraverso modifiche di tracciato o innalzamento dei sostegni. In molti casi, e soprattutto per risolvere problemi specifici e locali, occorre invece individuare altri metodi che consentano di ottenere il risultato desiderato senza compromettere la funzionalità del sistema e gravando il meno possibile sull’ambiente e sul territorio. Una delle metodologie più efficaci e meno impattanti sul territorio, almeno per quanto concerne l’impatto visivo e l’occupazione di territorio, per la riduzione dei campi magnetici è costituita dall’interramento degli elettrodotti. In particolare nel rapporto vengono prese in considerazione le tecnologie dei cavi ad isolamento estruso in XLPE (polietilene reticolato) e dei GIL (Gas Insulated Lines). Mentre i cavi in XLPE sono stati utilizzati in un elevato numero di impianti negli ultimi decenni ed hanno ormai raggiunto una piena e universale accettazione, le linee ad isolamento gassoso (perlomeno nella loro ultima versione, con l’impiego di una miscela di gas isolanti) si stanno proponendo ora come possibile alternativa ai cavi, sebbene con riferimento a casi particolari, in ragione di un costo di impianto molto elevato. Nel rapporto vengono analizzate nel dettaglio le caratteristiche tecniche di progetto delle due tecnologie, le problematiche associate all’installazione, alla diagnostica ed alla manutenzione degli impianti, nonché gli aspetti relativi alla portata ed ai campi magnetici generati. Una tra le motivazioni dell’impiego dei GIL è legata alla possibilità di ottenere valori di campo magnetico in prossimità dell’elettrodotto molto inferiori rispetto a quelli delle linee in cavo; tuttavia l’impiego di differenti possibili tipologie di schermature associate alle linee in cavo permette abbattimenti del campo magnetico che possono portare a livelli comparabili con quelli forniti dal GIL (seppur con valori di corrente inferiori). Nel rapporto vengono analizzate alcune delle possibilità offerte da queste tecnologie attraverso sperimentazioni e attraverso la messa a punto di programmi di calcolo per differenti tipologie di schermi metallici.

Progetti

Commenti