Cerca nel sito per parola chiave

rapporti

La decarbonizzazione nel settore manifatturiero e agroalimentare: opportunità legate a Transizione 4.0 e analisi del sistema produttivo industriale

La decarbonizzazione nel settore manifatturiero e agroalimentare: opportunità legate a Transizione 4.0 e analisi del sistema produttivo industriale

Alla luce delle proposte contenute nel pacchetto Fit for 55, il documento analizza le soluzioni a disposizione delle imprese per fronteggiare i recenti rincari di gas ed energia elettrica e raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione, sia per quanto riguarda il settore manifatturiero che quello agroalimentare, del quale si analizzano le filiere lattiero-casearia e vitivinicola.

Il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione posti dal pacchetto Fit for 55, nel solco di quanto tracciato dal Green Deal europeo, richiede fin d’ora il coinvolgimento di tutti i settori della società, dall’industria all’agricoltura, dal residenziale ai trasporti. La riduzione di almeno il 55% delle emissioni nette di gas ad effetto serra entro il 2030, in ottica di totale decarbonizzazione al 2050, impone, inoltre, l’adozione di misure tempestive.

 

In tale contesto, il presente studio rivolge la sua attenzione ai settori manifatturiero e agroalimentare, particolarmente strategici nel panorama economico nazionale e per rilevanza nel processo di decarbonizzazione, valutandone le criticità e le potenziali capacità nel percorso di transizione energetica.

 

A tal fine, è stato esaminato in primo luogo l’evolversi delle recenti perturbazioni registrate sui mercati energetici, anche in conseguenza del conflitto russo-ucraino, ed il relativo impatto economico sulle imprese manifatturiere nazionali in termini di variazione di costi, prezzi finali e valore aggiunto.

 

Successivamente, si sono dunque analizzati alcuni degli strumenti e iniziative che le imprese potranno mettere in atto per raggiungere gli obiettivi climatici designati, riducendo i rischi legati a eventuali futuri cari-energia. In particolare, è proseguito l’approfondimento riguardante le opportunità di innovazione digitale supportate dal Piano Transizione 4.0, ampliando la platea dei casi studio raccolti negli anni precedenti. Inoltre, vengono presentate le principali soluzioni tecnologiche disponibili per i settori hard to abate, considerandone i più rilevanti aspetti di fattibilità e criticità.

 

Nel rapporto è presentato, quindi, il lavoro di caratterizzazione delle filiere produttive coinvolte nel processo di transizione energetica del Paese. I risultati ottenuti, partendo dall’analisi dei dati di input/output dei processi produttivi delle aziende manifatturiere coinvolte nell’indagine svolta mediante questionari, potranno fungere da supporto per eventuali futuri interventi del legislatore volti a favorire politiche di decarbonizzazione e di adozione di tecnologie green.

 

Infine, si presentano gli esiti dell’indagine realizzata sulle filiere vitivinicola e lattiero casearia, al fine di analizzare il punto di vista degli operatori del settore agroalimentare su temi quali la sostenibilità, l’innovazione tecnologica e i principali benefici/barriere riscontrati nell’attuare interventi in ottica di decarbonizzazione dei propri processi.

Progetti

Commenti