Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Pianificazione delle reti di distribuzione in presenza di veicoli elettrici, scenario 2030

rapporti - Deliverable

Pianificazione delle reti di distribuzione in presenza di veicoli elettrici, scenario 2030

L’attività ha riguardato lo studio dell’impatto sulla pianificazione di reti MT presenti sulterritorio nazionale di stazioni di ricarica rapida per EV. Lo studio è stato eseguito facendoricorso al software SPREAD che consente di determinare, su orizzonti temporali prefissati,reti MT ottimizzate senza e con dispositivi DES. Sono inoltre riportate un’attività dimonitoraggio dei consumi di EV disponibili presso RSE e un’applicazione con Android permonitorare lo stato delle ricariche

Nell’ambito delle attività di Ricerca di Sistema 2012, RSE ha svolto un task finalizzato all’individuazione dei possibili interventi per l’adeguamento delle reti di distribuzione agli scenari attesi di diffusione di auto ricaricabili da rete elettrica, tipo BEV (Battery Electric Vehicle) e PHEV (Pluggable Hybrid Electric Vehicle). Lo sviluppo delle future reti di distribuzione dovrà, infatti, tener conto anche della probabile diffusione di veicoli elettrici. In particolare, la presenza di molti EV comporterà l’adozione di specifici modelli per rappresentare il nuovo profilo della domanda elettrica che sarà in parte dipendente dal comportamento aleatorio dei proprietari dei veicoli durante il giorno e nelle diverse stagioni dell’anno inclusa, ad esempio, l’estate nelle zone turistiche. Particolarmente utile per l’esecuzione di studi di pianificazione della rete MT può essere l’utilizzo del software SPREAD. Le stazioni di ricarica veloce (Fast Charging Station, FCS), da collegare alla rete MT, potrebbero richiedere, infatti, per il superamento dei vincoli tecnici di portata di corrente e di tensione, interventi strutturali sulla rete preesistente (nuovi collegamenti e ridimensionamento delle sezioni, nuovi trasformatori in cabina primaria). La consistenza di tali interventi dipende dalla disposizione degli impianti di ricarica, coincidenti ad esempio con aree, già presenti sul territorio, in cui ora avviene il rifornimento di carburante tradizionale, dalla loro numerosità e dall’energia prelevata giornalmente. Ovviamente questi nuovi carichi potrebbero anche comportare, in alcuni casi, un sensibile aggravio delle perdite Joule sulla rete. L’obiettivo principale dell’attività presentata in questa relazione è pertanto lo studio dell’impatto sulla pianificazione di reti MT, presenti sul territorio nazionale, distazioni per la ricarica veloce FCS. La pianificazione della rete consisterà nell’identificazione, su un orizzonte temporale prefissato, di una rete MT ottimizzata ottenuta minimizzando la somma dei costi d’investimento, perdite e disservizi con e senza presenza di dispositivi per l’accumulo energetico DES(Distributed Energy Storage). Da accordi presi con la società A2A reti elettriche S.p.A., la porzione direte MT su cui eseguire lo studio è stata individuata in un’area caratterizzata da profili di carico fortemente variabili durante l’arco dell’anno e in maniera più accentuata durante la stagione turistica estiva. Nel seguito si presentano la rete usata nelle simulazioni, le ipotesi adottate per la valutazione dei consumi di energia elettrica da attribuire alle stazioni per la ricarica veloce ed infine i casi di studio. Inoltre, nell’ambito della sperimentazione di EV, è riportata una attività di monitoraggio sui veicoli disponibili presso RSE avente come obiettivo la valutazione dei loro consumi da confrontare con i dati di altri veicoli, elettrici e a combustione interna, appartenenti alla stessa classe. Infine è stata sviluppata un’applicazione per smartphone e tablet con Android, allo scopo di monitorare on-line lo stato diricarica di un EV quando connesso ad una colonnina di ricarica stradale.

Progetti

Commenti