Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Progetto: QUAFOR Verifica del comportamento del modello digitale dell¿UPFC (Unified Power Flow Controller) a fronte di transitori di rete

rapporti - Deliverable

Progetto: QUAFOR Verifica del comportamento del modello digitale dell¿UPFC (Unified Power Flow Controller) a fronte di transitori di rete

L’attività svolta si inquadra nell’ambito del progetto QUAFOR – QUAlità del SERvizio, in cui si è eseguita una analisi delle prestazioni che dispositivi innovativi, quali l’UPFC Unified Power Flow Controller, basati sull’elettronica di potenza, possono garantire nelle reti di trasmissione e distribuzione, allo scopo di migliorarne la flessibilità di gestione e la qualità del servizio. Il dispositivo, dal punto di vista costruttivo, è composto da: • una parte serie inserita, appunto, in serie ad una linea AT, detta SSSC (Static Series Synchronous Converter), in grado di scambiare potenza sia attiva che reattiva con la linea stessa variando il flusso di potenza della linea; • una parte derivata, detta STATCOM (Static Synchronous Compensator), in grado di scambiare potenza reattiva con la rete e di fornire/assorbire potenza attiva alla/dalla parte serie mediante un collegamento in corrente continua. Le principali applicazioni dei dispositivi UPFC in reti di trasmissione dell’energia, sia di alta che altissima tensione, riguardano soprattutto il controllo dei flussi di potenza sia a regime che in transitorio a seguito di disturbi. L’UPFC risulta essere particolarmente efficace per quanto riguarda: • Miglioramento della regolazione della tensione e bilancio della potenza reattiva • Aumento la capacità di trasmissione di una linea • Miglioramento della ripartizione dei flussi di potenza di regime su più vie in parallelo • Aumento della stabilità transitoria • Capacità di smorzare le oscillazioni di potenza Nella prima parte del rapporto sono stati descritti gli aspetti tecnologici salienti per tale dispositivo FACTS, mentre nella seconda parte si è proseguita l’analisi del modello di UPFC implementato nel codice EMTDC, in particolare inserendo ulteriori funzionalità di sistema (regolazione di tensione al nodo) e verificando l’efficacia delle soluzioni adottate in materia di controllo in reti elettriche più complesse. Il modello realizzato si è dimostrato flessibile anche inserito in reti più complesse di quelle di prova, inizialmente implementate per lo sviluppo del modello stesso.

Progetti

Commenti