Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Rapporto sullo stato della realizzazione dell’impianto integrato SOFC- microturbina da 300 kWe al 30.06.2002

rapporti - Deliverable

Rapporto sullo stato della realizzazione dell’impianto integrato SOFC- microturbina da 300 kWe al 30.06.2002

Nell’ambito della Ricerca di Sistema il progetto GENDIS tratta il tema della Generazione Distribuita e si compone di due sottoprogetti: GENDIS e OSSOL. Il sottoprogetto OSSOL si occupa di una parte di attività di ricerca relativa a un impianto sperimentale di celle a combustibile ad ossidi solidi accoppiato con microturbina a gas, che viene sviluppata in un consorzio europeo a cui CESI partecipa. Le attività prevedono principalmente la partecipazione alla realizzazione di un impianto dimostrativo, in configurazione pressurizzata integrata con microturbina, della potenza di 300 kWe. L’impianto, basato su celle tubolari sviluppate da Siemens Westinghouse, viene realizzato ad Essen nell’ambito di un consorzio diretto da RWE ed al quale partecipano, oltre a RWE, Thyssengas e Siemens Westinghouse. L’impianto, che è il primo di questo tipo ad essere installato in Europa, ha un rendimento elettrico aspettato del 56% e produce calore in cogenerazione con una potenza termica massima di 146 kW ed un rendimento energetico totale pari all’80%. Vengono coperti i vari aspetti, sia dal punto di vista della realizzazione dell’impianto, sia da quello delle problematiche di esercizio. Una caratteristica importante dell’impianto è l’integrazione totale con la rete energetica (elettricità e calore) che impone criteri progettuali ed operativi particolari, in considerazione della configurazione di impianto. Rispetto al progetto originale le modifiche più importanti che sono avvenute riguardano la microturbina a gas. In questa relazione si riferisce sullo stato della messa a punto di questo componente a giugno 2002; la relazione riporta i risultati delle prove di accettazione della macchina, condotte presso il laboratorio di prove combustione della ABB a Baden (Svizzera) a marzo di quest’anno. E’ stato inoltre sviluppato un modello di calcolo semplificato che riproduce le prestazioni della macchina in oggetto. Il progetto ha accumulato un certo ritardo (circa sei mesi), legato agli aspetti fortemente innovativi che caratterizzano l’impianto. Le parti più delicate, dal punto di vista progettuale e realizzativo, sono risultate essere la microturbina ed il vessel pressurizzato. La scaletta temporale originale, che prevedeva l’inizio dell’esercizio dimostrativo dell’impianto pressurizzato per i primi mesi del 2002 ha subito quindi alcuni ritardi, dovuti alle modifiche progettuali intervenute. Le prove di accettazione sul sito sono ora previste per l’inizio dell’autunno di quest’anno. Il rapporto qui allegato è stato prodotto da Enel Produzione.

Progetti

Commenti