Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Scenari a supporto del decreto “Aree Idonee”

rapporti - Deliverable

Scenari a supporto del decreto “Aree Idonee”

Nel rapporto sono descritte le analisi di scenario realizzate a supporto della governance per determinare la ripartizione delle future installazioni di impianti alimentati a FER tra le regioni italiane. Gli scenari realizzati sono accompagnati da un’analisi di impatto sul sistema elettrico per determinare gli investimenti necessari a sostenere diverse ipotesi di ripartizione delle FER tra le zone del mercato elettrico nazionale.

La Direttiva (UE) 2018/2001 – meglio nota come RED II – ha sostituito la precedente Direttiva 2009/28/EC (RED I) definendo il nuovo obiettivo comunitario del 32% di energie rinnovabili sui consumi finali lordi entro il 2030. Sebbene la Direttiva RED II non abbia fissato nuovi obiettivi vincolanti per i singoli Stati Membri, il raggiungimento del nuovo obiettivo si basa su un processo più integrato di monitoraggio e rendicontazione.

 

Con il Decreto Legislativo 8 novembre 2021, n. 199, l’Italia ha recepito la direttiva 2018/2001. L’articolo 20 del decreto prevede l’emanazione di uno o più decreti con i quali stabilire i principi e i criteri omogenei per l’individuazione delle superfici e delle aree idonee e non idonee all’installazione di impianti a fonti rinnovabili nonché, ai fini del concreto raggiungimento degli obiettivi, la ripartizione della potenza installata fra Regioni e Province autonome.

 

Per supportare il governo nella definizione degli obiettivi regionali sono stati quindi analizzati diversi criteri di ripartizione delle future installazioni di impianti FER andando a indagare anche l’impatto delle diverse configurazioni sull’esercizio del sistema elettrico nazionale al 2030. Per tenere conto dei nuovi obiettivi introdotti dal programma Green Deal (Dicembre 2019) e che dovranno essere perseguiti attraverso l’attuazione delle misure contenute nel pacchetto FF55 (Luglio 2021) si è deciso per questo studio di considerare una potenza aggiuntiva di impianti FER già in linea con i nuovi obiettivi comunitari definiti nel pacchetto “Fit for 55” e quindi superiore a quella pianificata nel PNIEC.

Progetti

Commenti