Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Rapporto di Sintesi

Uso razionale delle risorse- Strumenti per lo sviluppo sostenibile – Rapporto finale di sintesi per l’area tematica

rapporti - Rapporto di Sintesi

Uso razionale delle risorse- Strumenti per lo sviluppo sostenibile – Rapporto finale di sintesi per l’area tematica

Il quadro generale dell’uso delle risorse energetiche nel contesto nazionale è stato delineato esaminando i dati disponibili sulla generazione dell’energia elettrica in rapporto ai consumi attuali e prevedibili ed è stato fornito un quadro delle tendenze attuali, nonché formulate ipotesi di lavoro sull’evoluzione futura. Tale quadro nazionale è stato confrontato con quanto in atto a livello internazionale, tenendo conto degli indirizzi comunitari. In particolare si sono approfonditi gli aspetti legati agli scenari di previsione di emissioni di CO2 dal sistema elettrico e analizzate le prospettive di contenimento legate sia all’impiego di fonti rinnovabili sia alla razionalizzazione dei consumi finali. Lo studio ha confermato la validità degli indirizzi di ricerca svolta per quanto riguarda la generazione termoelettrica (progetto EVINGEN – Evoluzione innovativa della generazione di energia elettrica), la generazione da fonti rinnovabili (progetto ENERIN – Energie rinnovabili) e le tecnologie elettriche per gli usi finali (progetto ELTEC – uso razionale dell’energia). Nel contesto della liberalizzazione del mercato elettrico, le scelte degli operatori nel settore della produzione potranno giovarsi degli elementi tecnici forniti dalla ricerca (comportamento dei componenti critici, strumenti diagnostici in linea e fuori linea, schemi innovativi di impianto). Per gli impianti termoelettrici ci si è concentrati sugli impianti a ciclo combinato alimentati a gas naturale e sui cicli a vapore ultrasupercritici per l’impiego di carbone con alta efficienza. Infine sono stati approfonditi alcuni aspetti che consentono un impiego più efficiente degli impianti esistenti, destinati a operare ancora per diversi anni, proponendo interventi di costo relativamente limitato, con ritorni interessanti. Anche per quanto riguarda la penetrazione delle fonti di energia rinnovabile sono stati forniti elementi per un razionale ricorso alle tecnologie di conversione innovative in campo solare e di applicazioni avanzate per l’eolico, le biomasse e il mini-idraulico. Particolare attenzione è stata dedicata a impianti per lo sfruttamento dell’energia dai rifiuti. La valutazione delle risorse sfruttabili in campo eolico (atlante eolico dell’Italia), idraulico e delle biomasse è stata condotta criticamente sulla base dei dati disponibili. Sono stati esplorati anche aspetti a più lungo termine, come lo studio delle possibilità di impiego dell’idrogeno per la produzione termoelettrica, la progettazione di impianti a combustione esterna, l’impiego di celle solari ad alta efficienza di conversione e di impianti solari termodinamici. Sul tema degli usi finali, la ricerca ha approfondito soprattutto l’impiego delle elettrotecnologie per un utilizzo più efficiente, economico ed ambientalmente accettabile dell’energia. Si è operata una rassegna di quanto proponibile nella realtà italiana, sia per applicazioni in campo industriale, sia in campo domestico e del terziario, approfondendo alcuni settori. La rassegna è stata inquadrata nel contesto delle azioni di gestione della domanda (Demand side management), nonché nella prospettiva di operatività delle ESCO (Energy Service Companies) che rappresentano la forma organizzativa più avanzata nel settore. Si segnala, tra le misure di accompagnamento che consentono la diffusione e l’applicazione delle

ricerche oggetto del programma, l’attività di definizione dei criteri per la quantificazione del risparmio energetico conseguente all’applicazione dei decreti ministeriali del 24 aprile 2001. La disponibilità di alcune realizzazioni prototipali, unitamente alla modellistica sviluppata ed alle analisi di scenario effettuate, permetterà di orientare le scelte previste per raggiungere gli ambiziosi programmi di razionalizzazione dell’uso dell’energia previste dalla legislazione italiana e comunitaria. La ricerca sul trasporto elettrico, in questo contesto, ha considerato anch’essa aspetti tecnologici (infrastrutture di ricarica, efficienza dei veicoli) ed aspetti di scenario (prospettive di maggiore penetrazione del trasporto elettrico per le merci, piani per l’introduzione di veicoli elettrici in realtà locali).

Progetti

Commenti