Cerca nel sito per parola chiave

progetti - Ricerca di Sistema - 5° periodo (2012-2014)

Trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Da qualche anno il Sistema Elettrico, rimasto per decenni sostanzialmente stabile nella sua struttura e nella sua filosofia di funzionamento, sta affrontando un profondo cambiamento. Sviluppo e rinforzo della rete di Trasmissione e Distribuzione si rendono necessari a fronte di una diffusione turbinosa delle fonti rinnovabili, ma devono confrontarsi con problemi di sostenibilità ambientale ed economica. In questo contesto il progetto “Trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica” ha avuto come obiettivo lo sviluppo di studi, strumenti, soluzioni tecnologiche, metodologie e dati in grado di favorire la gestione e lo sviluppo della rete T&D secondo criteri di efficienza, sicurezza e qualità della fornitura, anche per far fronte alle crescenti necessità di integrazione delle fonti rinnovabili, spesso penalizzate da una struttura di rete concepita nella seconda metà del secolo scorso in un contesto tecnologico, ambientale e sociale, completamente diverso da quello odierno.

Il progetto T&D 2012 si è articolato in tre linee di ricerca che hanno riguardato:
a) lo sviluppo di tecnologie per l’incremento della capacità di trasporto della rete di Trasmissione e per la gestione degli asset di Trasmissione e Distribuzione;
b) lo sviluppo di analisi e studi a supporto delle azioni regolatorie necessarie al mantenimento di un adeguato livello di qualità della fornitura e lo studio di soluzioni misuristiche e metrologiche per il sistema elettrico e per il rilievo dei flussi di energia;
c) lo sviluppo e l’introduzione di componenti innovativi che permettano di gestire con flessibilità la rete T&D.
I principali risultati e i prodotti ottenuti del progetto essere così riassunti:
– sperimentazione su linee in esercizio di conduttori innovativi di Alta Tensione e sperimentazione in laboratorio di conduttori termoresistenti a bassa freccia per linee aeree
– sperimentazione in rete, per la prima volta in Italia, di un prototipo di limitatore di corrente (SFCL) basato su superconduttori ad alta temperatura
– sviluppo di modalità di rilievo della contaminazione superficiale su isolatori di linea e stazione;
– prime applicazioni di un sistema prototipale per il monitoraggio on site di vibrazioni su trasformatori di potenza.
– sviluppo di modellistica innovativa in grado di analizzare i fenomeni di scarica e prescarica su linee HVDC;
– sviluppo di metodologie di caratterizzazione metrologica dei trasformatori di misura induttivi, capacitivi e low power, sia a frequenza industriale, sia in presenza di armoniche
– supporto scientifico all’attività regolatoria sul tema della qualità della fornitura