Cerca nel sito per parola chiave

pubblicazioni - Memoria

Effect of experimental parameters on icephobic measurements

pubblicazioni - Memoria

Effect of experimental parameters on icephobic measurements

È stato condotto uno studio approfondito dell’analisi di adesione del ghiaccio con metodo di stress da taglio per trovare i parametri ottimizzati da utilizzare come metodica standard. Abbiamo studiato il comportamento icefobico di diversi campioni in differenti condizioni di ghiacciamento. Sono state riscontrate alcune differenze sia in termini di valori di sollecitazione di taglio che di ripetibilità e sono state riscontrate correlazioni tra i parametri di prova e le proprietà del campione

La valutazione delle proprietà icefobiche delle superfici soffre di una mancanza di regolamentazione.

 

In particolare, per l’analisi dell’adesione del ghiaccio, anche l’affidabilità e la ripetibilità dei test sono motivo di preoccupazione poiché le misure di distacco del ghiaccio implicano l’impostazione di numerosi parametri sperimentali che possono influenzare i risultati finali. Inoltre, non è ancora chiaro se esista una dipendenza tra alcune proprietà dei campioni testati, come rugosità e bagnabilità, e l’impostazione ottimale dei parametri sperimentali.

 

Per fornire una visione più ampia su questo argomento, abbiamo condotto uno studio approfondito per trovare i parametri ottimizzati per la nostra configurazione strumentale alla ricerca di una serie di parametri comuni da utilizzare come metodica standard. Abbiamo studiato il comportamento icefobico di diversi campioni misurando la forza di sollecitazione di taglio tra ghiaccio e superfici variando alcune condizioni sperimentali e la rugosità dei campioni.

 

I campioni sono stati immersi in acqua e congelati a temperature comprese tra -8 °C e -18 °C con tempi di congelamento fino a 96 ore per valutare come la crescita del ghiaccio può influenzare l’adesione.

 

I campioni testati erano campioni in lega di alluminio con diverse finiture superficiali: campioni lisci, campioni micro-sgrossati e campioni micro-nano sgrossati. Il campione liscio è stato ottenuto mediante un processo di burattatura a umido.

 

Per comprendere meglio l’effetto della temperatura e del tempo di congelamento sui campioni, tutti i campioni sono stati caratterizzati in termini di morfologia, bagnabilità, prima e dopo il processo di glassa. Sono state riscontrate alcune differenze sia in termini di valori di sollecitazione di taglio che di ripetibilità e sono state riscontrate correlazioni tra i parametri di prova e le proprietà del campione

Progetti

Commenti