Cerca nel sito per parola chiave

pubblicazioni - Articolo

Installazione in rete live e test sul campo del primo limitatore di corrente di guasto superconduttore italiano

pubblicazioni - Articolo

Installazione in rete live e test sul campo del primo limitatore di corrente di guasto superconduttore italiano

Il risultato di questa attività di ricerca è un dispositivo SFCL 9 kV/3.4 MVA di tipo resistivo, avvolto con nastri di prima generazione (1G) in BSCCO, sviluppato da RSE nell’ambito della Ricerca di Sistema ed installato nella rete di distribuzione di A2A Reti Elettriche SpA (A2A) nella zona di Milano.

Nel periodo 2009-2012, Ricerca sul Sistema Energetico SpA (RSE) ha portato a termine con successo le attività di sviluppo, progettazione, installazione e sperimentazione in campo di un limitatore della corrente di guasto a superconduttore (SFCL) per reti di distribuzione in media tensione. Questo dispositivo rappresenta il primo SFCL installato con successo in Italia. Il progetto è iniziato con le attività di simulazione, progettazione e test per un dispositivo SFCL monofase; la seconda fase ha permesso invece di portare a termine lo sviluppo, il collaudo e l’installazione del prototipo trifase presso la utility ospitante. Il risultato di questa attività di ricerca è un dispositivo SFCL 9 kV/3.4 MVA di tipo resistivo, avvolto con nastri di prima generazione (1G) in BSCCO, sviluppato da RSE nell’ambito della Ricerca di Sistema ed installato nella rete di distribuzione di A2A Reti Elettriche SpA (A2A) nella zona di Milano. Il dispositivo SFCL, attualmente installato nella sottostazione di S.Dionigi appartenente ad A2A, è stato ufficialmente messo in funzione nel marzo 2012, dando così inizio ad un lungo periodo di sperimentazione in campo. Il primo anno di sperimentazione ha permesso di accertare l’affidabilità del prototipo SFCL (registrando la completa assenza di fuori-servizio negli ultimi sette mesi) e di raccogliere molti dati importanti sul comportamento del dispositivo operante come protezione su una singola linea nelle normali condizioni di funzionamento della rete. L’attività sperimentale è destinata a continuare con l’obiettivo di valutare un’eventuale azione limitante del dispositivo SFCL durante l’estate 2013. Il passo successivo dell’attività di ricerca e sviluppo consisterà nella progettazione di un nuovo dispositivo SFCL trifase di taglia maggiore (9 kV/15.6 MVA) da installare durante il 2014 nella stessa sottostazione a valle del trasformatore MT/MT, al fine di limitare il contributo della linea di arrivo alla corrente di corto circuito totale della rete. Questa applicazione è la più interessante per A2A, infatti il rischio di guasto in tale punto di installazione risulta sicuramente maggiore, specialmente

Progetti

Commenti