Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Rapporto di Sintesi

Progetto “Bioenergia” – Attività 2015

rapporti - Rapporto di Sintesi

Progetto “Bioenergia” – Attività 2015

Il Rapporto descrive le attività in materia di Bioenergia sviluppate dal Progetto nel periodo di riferimento sui fronti: innovazione tecnologica :validazione in campo della tecnologia a sorbente solido di up-grading del biogas a biometano applicata nell’impianto pilota RSE BioMet-up emessa a punto di nuovi sorbenti solidi; analisi preliminare, su prototipo di impianto, della combustione diretta di residui agricoli (rotoballe distocchi di mais); stato dell’arte sui processi microbici per la produzione di bio-H2 da biomasse residuali-, impatti (emissivi): collaborazione con ISPRA nella progettazione, sperimentazione ed esecuzione prsso la test facility RSe Loop di un programma di confronti inter-laboratorio sulle procedure di controllo delle emissioni in atmosfera per la misura di inquinanti alle emissioni; identificazione di metodi applicabili per la misura di speicifici inquinanti alle emissioni; analisi di sistema: caratterizzazione su base pluriennale della produzione di rifiuti e del loro utilizzo nelle filiere WtE (rsu), MBT(rsu) e analisi preliminare di stato; normativa : combustibili solidi (CTI, UNI, CEN, ISO), biogas7biometano (CIG. CEN),emissioni (UNI, CEN, ISO); collaborazioni: IEA Bioenergy-task 36 (WtE, CSS); Regione Lombardia (Tavolo tecnico biometano)

Il rapporto illustra quanto il progetto B.1.1 Bioenergia ha sviluppato o avviato, nel periodo di riferimento, in risposta agli obiettivi generali di triennio e a quelli specifici di annualità. Le attività complessivamente messo in atto nel periodo di riferimento e i risultati principali da queste conseguite sono così sintetizzabili:

Caratterizzazione di filiere energetiche a biomasse residuali già esistenti e consolidate a livello nazionale: Realizzazione di database pluriennali (2010-2014) che raccolgono in modo organico le informazioni e i dati sulla produzione (della risorsa) e sull’esercizio (degli impianti) per le filiere a rifiuto-WTE e la filiera rifiuto-MBT-CSS – Primo quadro sulla dimensione attuale di produzione (regionale) di rifiuto urbano totale e indifferenziato e sullostato del sistema impiantistico nazionale (numero, distribuzione territoriale, tipologia, taglia, quantitativi di rifiuti trattati, prodotti combustibili da rifiuto o di energia termica/elettrica prodotta su base annua.

Producibilità di bioenergia da biomasse residuali agricole e/o agro-industriali: Stato dell’arte sulla producibilità di bio-idrogeno (processi microbici) e di bio-prodotti di interesse commerciale (tipologie, metodi estrattivi) da biomasse residuali agro-industriali presenti sul territorio nazionale (propedeutico alla pianificazione della messa apunto sperimentale di un processo di produzione microbica e di una piattaforma di raffinazione degli stessi bioproduct based che lo includa come step collaterale energy-driven) – Valutazione della disponibilità nazionale di stocchi di colture cerealicole e loro utilizzabilità per produrre bioenergia in una logica cogenerativa small&local scale.

Upgrading del biogas a biometano: Avanzamento delle attività di validazione in campo delle prestazioni dell’impianto pilota RSE BioMet-up (tecnologica a sorbente amminico in fase solida) in condizioni di esercizio reale su biogas da FORSU – Selezione di matrici amminoacidi che utilizzabili per la preparazione di nuovi sorbenti solidi più efficienti nelle prestazioni e avvio della loro validazione sperimentale.

Combustione diretta di biomasse residuali agricole: Identificazione, mediante test sperimentali su impianto prototipale esistente, di informazioni sulla combustione diretta di rotoballe di stocchi di mais atte ad identificaregli aspetti di processo necessitanti di ottimizzazione e propedeutici alla pianificazione della successiva attività di messa a punto tecnologica.

Misura di inquinanti specifici alle emissioni di impianti a biomassa: identificazione di inquinati di interesse ad ora non monitorati (formaldeide) e dei metodi di determinazioni disponibili da sottoporre a verifica sperimentale (prenormativa) – Analisi, per inquinanti convenzionali, delle problematiche applicative dei metodi normati disponibili al caso specifico di impianti a biomasse (di piccola-media taglia).

Normazione tecnica e Collaborazioni con stakeholder : Contributo scientifico all’avanzamento della normazione tecnica (nazionale, europea, internazionale) in materia di biocombustibili solidi a rifiuto, biometano e emissioni inquinanti – Contributo scientifico al tavolo tecnico sul biometano indetto dalla Regione Lombardia – Contributotecnico-scientifico e infrastrutturale (test facility Loop) al progetto coordinato da ISPRA per lo sviluppo e l’applicazione di inter-confronti atti a valutare e migliorare la qualità delle misure degli inquinanti nelle emissioni gassose – Contributo scientifico allo sviluppo dei progetti e alle attività di disseminazione annuali pianificate dalla Task 36 di IEA Bioenergy.

Progetti

Commenti