Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Rapporto di Sintesi

Progetto “Impianti di conversione di energia di piccola taglia” – Attività 2015

rapporti - Rapporto di Sintesi

Progetto “Impianti di conversione di energia di piccola taglia” – Attività 2015

Il report riassume le ricerche condotte da RSE, nel campo dell’efficienza energetica, con particolare riferimento ai sistemi di conversione di energia di piccola taglia. Sono riportati i risultati sulle pompe di calore, e sulle tecnologie innovative per le esigenze di riscaldamento e condizionamento.

Il Progetto è finalizzato a incrementare l’efficienza energetica nel settore della conversione di energia da parte di dispositivi di piccola taglia, con specifico riferimento alle tecnologie impiegate per la conversione di energia elettrica in altre forme di energia o di conversione di energia termica, solare o ambientale, in energia elettrica, termica e frigorifera, con forte valenza innovativa.

Le attività svolte da RSE hanno chiare caratteristiche tecnologiche, ma il progetto non dimentica un approccio di sistema. Il tema della conversione di energia mediante tecnologie efficienti è infatti un tema estremamente rilevante, secondo le indicazioni comunitarie, all’interno del complesso quadro dell’efficienza energetica. Ogni valutazione in merito, energetica, economica tecnologica o impiantistica, deve pertanto essere integrata in un quadro di sistema.

Il presente documento riporta, in forma sintetica, i risultati delle attività di ricerca sul tema dello sviluppo di sistemi efficienti di conversione di energia di piccola taglia condotte da RSE nel periodo di riferimento del PAR 2015.

Gli ambiti di indagine sono stati individuati per valutare le prospettive applicative e la capacità di penetrazione nel mercato, tenendo conto della convenienza tecnico-economica, in particolare laddove l’offerta di tecnologie è maggiormente carente. Sono state affrontate ricerche sui sistemi di mini/micro co/tri-generazione e sui sistemi ibridi poligenerativi comprendenti pompe di calore; è stata affrontata la questione della produzione di energia elettrica da cascami termici.

Si presentano i risultati secondo le due principali linee di azione di cui è costituito il progetto.

La prima costituisce un “serbatoio” di sviluppo tecnologico di dispositivi per la climatizzazione, utili allo sviluppo di pompe di calore innovative, con schema dual source. Tali macchine possono infatti costituire un complemento, con sistemi efficienti a potenziale energetico rinnovabile, allo sviluppo di dispositivi efficienti a fonti fossili (microturbine a gas). Questo per ampliare il set tecnologico a disposizione dell’utente finale, per una scelta più consapevole e dedicata.

La seconda linea propone il test di soluzioni tecnologiche adatte ad utenze che utilizzano ampi spazi (come quelle del terziario), quali il solar cooling a media temperatura. Sono stati completati i test, in assetto estivo ed invernale, dell’impianto pilota (METESCO) realizzato presso la sede RSE di Milano ed i risultati confrontati con simulazioni modellistiche a carattere dinamico.

All’interno di questa linea sono inoltre collocate le attività svolte per favorire l’identificazione, la verifica sperimentale e il test di nuove tecnologie efficienti presso l’impianto perimentale SINCLER, realizzato nel corso del precedente accordo triennale. Presso tale impianto, ubicato presso la sede di Sviluppubria a Terni, sono state svolte ulteriori prove e test di lungo periodo di caratterizzazione,arricchendo il disegno sperimentale già operante. Caratteristica principale del prodotto è la sua realizzazione in stretto rapporto con il mondo industriale locale.

Progetti

Commenti