Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Analisi tecnico-economiche per la conversione alla mobilità elettrica del trasporto merci e persone

rapporti - Deliverable

Analisi tecnico-economiche per la conversione alla mobilità elettrica del trasporto merci e persone

Attività e strumenti a supporto di molteplici tavoli di lavoro sul tema della mobilità sostenibile ed elettrica. Prosecuzione e integrazione dell’analisi della possibile conversione in elettrico del trasporto merci su strada: valutazione economica e primi modelli di business. Impostazione di una architettura informatica per l’integrazione di un corposo database nel settore auto con il laboratorio “IoT e Big Data” di RSE finalizzato alle analisi di RCO su dati completi e affidabili.

L’attività del presente anno di ricerca, a integrazione e prosecuzione di quanto svolto nel corso del 2017, ha previsto studi e valutazioni su tre macro-ambiti che, se pur con diversi approcci, mirano ad analizzare (ed eventualmente ad agevolare) la conversione alla mobilità elettrica del trasporto merci e persone.

In primo luogo è proseguito il coinvolgimento di RSE a supporto di molteplici tavoli di lavoro attivi sul tema della mobilità, sia fisici che virtuali, caratterizzati da una forte partecipazione di operatori e di Enti pubblici territoriali. Tra questi si ricordano la piattaforma di discussione “Mobility Workspace”, le attività nell’ambito dei gruppi di lavoro di “e_mob” che hanno prodotto documenti di “guida” per le Pubbliche Amministrazioni e le attività di coordinamento e partecipazione nei tavoli tematici sulla mobilità organizzati dall’Osservatorio ACI “Muoversi con Energia”.

Da un punto di vista più tecnologico, sono state invece approfondite le soluzioni che vanno sotto il nome di ERS (Electric Road System) per la conversione in elettrico del trasporto merci pesante, in primo luogo inquadrandole all’interno delle relative azioni legislative della Commissione Europea. Sono state svolte alcune valutazioni economiche in merito all’ipotesi di installare un’infrastruttura “a catenaria” lungo una sezione dell’autostrada A1, che hanno mostrato un investimento necessario compreso tra i 300 – 420 milioni di euro. Considerando il punto di vista degli autotrasportatori, è stata inoltre calcolata la maggiore o minore convenienza dei veicoli ibridi a catenaria rispetto ai diesel tradizionali. Sotto alcune condizioni, si sono rilevati dei margini di recupero dell’investimento.

Terzo e ultimo ambito di lavoro del 2018 è stata la possibilità di sostituzione di veicoli tradizionali con veicoli elettrici nel trasporto privato su gomma, che è stato affrontato analizzando due aspetti. In primo luogo è stata verificata la potenzialità dell’utilizzo di alcuni dati di mobilità di tipo FCD (Floating Car Data) reperiti da RSE nel corso del 2017, a integrazione di studi già svolti da ENEA. È stato evidenziato come una eventuale attività legata a tali dati potrà fornire un importante valore aggiunto solo nel caso di un commitment diretto degli Enti Locali coinvolti. In secondo luogo, è stata implementata una collaborazione con la società Quattroruote Professional, detentrice del più completo database nazionale sul settore dell’auto, allo scopo di ottenere dati completi e affidabili per affinare le analisi RCO (Relevant Cost of Ownership) già impostate nel 2017. È stata quindi impostata una prima architettura informatica allo scopo di integrare al meglio la banca dati all’interno del nuovo “laboratorio IoT e Big Data” di RSE, e di permettere la ricostruzione del database e delle sue relazioni, così come le interfacce per la visualizzazione e l’esportazione dei dati.

Progetti

Commenti