Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

La mobilità elettrica: scenari e impatti dell’elettrificazione nel trasporto pubblico e privato

rapporti - Deliverable

La mobilità elettrica: scenari e impatti dell’elettrificazione nel trasporto pubblico e privato

È valutato, anche in collaborazione con società del settore, l’impatto su reti elettriche di distribuzione di scenari realistici di e-Mobility. Si aggiunge quindi, per maggiore attendibilità, la verifica di strategie comportamentali ed economiche relative al trasporto pubblico e ai veicoli elettrici privati. Per lo sviluppo della mobilità sostenibile sono valutati effetti e opportunità della sinergia tra mobilità elettrica e sviluppo di fonti rinnovabili non programmabili.

Nel documento sono riepilogati i risultati delle valutazioni di impatto delle forme più innovative di e-Mobility sulle reti elettriche di distribuzione. Considerazioni relative al territorio della Provincia Autonoma di Bolzano hanno dimostrato come la ricarica veloce (22 kW) influenzi l’esercizio di reti BT, mentre quella lenta (3,7 e 7,4 KW) di quelle MT; ciò avviene comunque in ordine limitato in uno scenario di diffusione di veicoli elettrici all’anno 2030. Si è inoltre utilizzato in via sperimentale un approccio basato su concetti di tipo socio-comportamentale (modello di Bass) per la stima di elettrificazione al 2030; i primi risultati tendono a evidenziare criticità sulla rete di distribuzione a fine orizzonte, confermando almeno in parte quanto già riscontrato con altri metodi di studio.

Valutazioni relative all’implementazione in Italia di soluzioni, già in atto all’estero, che includano in un’unica offerta economica il noleggio a lungo termine del veicolo elettrico e abbonamenti ad altre forme di trasporto hanno dimostrato la fattibilità anche in ambito nazionale di tali proposte commerciali. Comparazioni tra scenari futuri di elettrificazione del Trasporto Pubblico Locale (TPL) in ambito nazionale basati su aspetti elettrici (costo infrastruttura di ricarica, dell’energia associata ecc.), meccanici e finanziari hanno mostrato notevoli differenze di ordine economico tra i casi studio analizzati.

Lo studio riguardante l’impatto potenziale dell’adozione di profili di ricarica dinamica, sul sistema elettrico nazionale e sui singoli utenti, ha mostrato come un progressivo aumento di flessibilità per i veicoli elettrici privati (BEV + PHEV) consenta di ridurre il livello di over-generation nel sistema. In caso di coinvolgimento del TPL, i risultati non sono invece altrettanto soddisfacenti a causa di sensibili aumenti del picco di carico nelle ore notturne e dei costi fissi annui.

Si impone perciò la necessità, per applicare una ricarica dinamica efficace agli autobus, di concepire sistemi di ricarica che permettano un maggiore spostamento del prelievo nelle ore centrali del giorno.

Progetti

Commenti