Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Analisi LCA di veicoli elettrici, ibridi plug-in e a combustione interna a fronte dell’evoluzione dei veicoli e del parco di generazione elettrico

rapporti - Deliverable

Analisi LCA di veicoli elettrici, ibridi plug-in e a combustione interna a fronte dell’evoluzione dei veicoli e del parco di generazione elettrico

Lo studio confronta, attraverso il Life Cycle Assessment (LCA), gli impatti ambientali di una medesima automobile nelle versioni elettrica, plug-in, metano, benzina e Diesel, traducendo tali impatti in termini monetari (esternalità ambientali). Per quanto riguarda inoltre gli aspetti strettamente connessi alle emissioni ad effetto serra, lo studio contiene un’analisi di letteratura inerente gli sudi di LCA di batterie per auto, che conferma come le emissioni di CO2eq dovute alla produzione/fine vita delle batterie non siano tali da annullar i vantaggi derivanti dall’uso dei veicoli elettrici rispetto a veicoli tradizionali. Infine attraverso l’applicazione di una metodologia innovativa per il calcolo del Life Cycle Costing, basata sui soli costi delle materie prime (e dell’energia) impiegate lungo tutto il ciclo di vita dei veicoli, dimostra come anche sotto questo punto di vista il veicolo elettrico ha prestazioni migliori dei veicoli tradizionali.

Il tema della mobilità elettrica è molto dibattuto a livello mediatico e politico e, nella comunità scientifica, è opinione condivisa che lo strumento della Life Cycle Assessment (LCA) possa fornire un supporto per valutare la reale sostenibilità delle possibili soluzioni tecnologiche.

In questo quadro, si è ritenuto prioritario aggiornare i risultati ottenuti nella passata Ricerca di Sistema, inerenti il confronto di tipologie di veicoli (elettrico, ibrido plug-in, metano, benzina e Diesel) in termini di costi esterni ambientali dovuti ad inquinamento ed effetto serra.

L’aggiornamento ha riguardato sia aspetti metodologici, sia l’adeguamento del sistema in esame, poiché veicoli elettrici (puri o ibridi plug-in) e tradizionali sono soggetti in questo momento ad una rapida evoluzione. Per quanto riguarda gli aspetti metodologici, da un lato è stato aggiornato l’intero il sistema LCA descrittivo delle soluzioni tecnologiche analizzate, passando ad un sistema più trasparente flessibile che consenta, in futuro, di gestire diversi scenari di fine vita delle batterie (il sistema cut-off). Dall’altro si è revisionata la procedura di valutazione economica degli impatti ambientali (valutazione delle esternalità ambientali). Ancora più rilevante, dal punto di vista metodologico è stata l’applicazione pionieristica di un innovativo indicatore di costo del ciclo di vita (Life Cycle Costing – LCC) basato sul costo delle commodity (materie prime ed energia). Tale indicatore, che si riferisce al consumo di risorse, risulta in un certo senso complementare alla valutazione delle esternalità ambientali in quanto queste sono riferite essenzialmente alle emissioni in atmosfera.

Per quanto attiene l’adeguamento all’evoluzione tecnologica gli aggiornamenti principali hanno riguardato la selezione dei veicoli da confrontare, i consumi dei veicoli nei diversi ambiti di utilizzo (urbano ed extra-urbano) e l’aggiornamento dei fattori emissivi dei veicoli (e delle centrali elettriche). Sempre nel campo dell’adeguamento tecnologico rientra l’aggiornamento del mix di ricarica dei veicoli elettrici puri e plug-in, così come la stima degli effetti dell’uso di un mix di produzione elettrica aderente agli obiettivi del Piano Integrato Energia e Clima al 2030, o l’analisi degli effetti sul profilo ambientale di uno sviluppo della filiera nazionale dell’auto elettrica. Per concludere con gli aspetti tecnologici, data l’importanza rivestita dalla batteria, lo studio ha indagato e confermato, mediante un’analisi di letteratura, l’adeguatezza dei dati sinora usati in Ricerca di Sistema che mostrano che i consu mi energetici e le emissioni climalteranti relativi alla produzione/dismissione delle batterie non sono tali da inficiare i vantaggi che i veicoli elettrici offrono durante il loro utilizzo.

Sia per la valutazione dei costi esterni che per la LCC delle commodity, i risultati mostrano che, anche considerando cicli di guida diversi da quello urbano, il veicolo elettrico presenta i costi esterni totali minori rispetto ad omologhi veicoli tradizionali. Il veicolo a metano presenta prestazioni ambientali che si avvicinano ai veicoli elettrici, rendendo questa opzione interessante per veicoli destinati prevalentemente ad usi extra-urbani.

Progetti

Commenti