Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Tecniche diagnostiche avanzate per impianti FV: database guasti e progetto facility sperimentale

rapporti - Deliverable

Tecniche diagnostiche avanzate per impianti FV: database guasti e progetto facility sperimentale

L’obiettivo nazionale del PNIEC al 2030 è il raggiungimento di una capacità totale fotovoltaica (FV) di 50 GW e una produzione di 72 TWh/anno. È necessario quindi, oltre a effettuare nuove installazioni, sviluppare soluzioni che contribuiscano a mantenerne elevate le prestazioni degli impianti. A tale scopo, RSE ha avviato lo sviluppo di tecniche diagnostiche di rilievo guasti in impianti FV e progettato una Facility Guasti FV per l’addestramento e la verifica degli algoritmi di diagnostica.

L’obiettivo nazionale fissato per il 2030 nel Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC) è quello di raggiungere una capacità installata di fotovoltaico pari a 50 GW e una corrispondente produzione di energia pari a 72 TWh/anno. Per il conseguimento di tale obiettivo, oltre che ricorrere a nuove installazioni per assicurare i livelli fissati di potenza installata, è necessario preservare gli impianti in esercizio attraverso soluzioni che contribuiscono a migliorare l’affidabilità della tecnologia e a mantenerne elevati i livelli di prestazioni. Vi è quindi un notevole interesse nello sviluppo di metodologie di monitoraggio avanzato che impiegano algoritmi di diagnostica basati su tecniche di Machine Learning, in grado di riconoscere automaticamente le principali condizioni di guasto e valutare accuratamente le prestazioni di componenti e di impianti FV rendendo quindi più efficiente e meno costoso il mantenimento della qualità degli impianti FV.

A tale scopo, in questa ricerca, RSE ha effettuato un’analisi preliminare dei principali costi di gestione, nonché un esame degli attuali programmi di Operation and Maintenance (O&M) adoperati dai gestori di impianti fotovoltaici. Questo ha permesso di elaborare delle ipotesi di perdite economiche legate a guasti sui principali componenti di un impianto fotovoltaico non dotato del servizio di manutenzione avanzato. Inoltre, tramite la FMEA (Failure Mode and Effect Analysis), sono state analizzate le principali cause di guasto negli impianti FV e ne sono stati valutati gli impatti in termini energetici e di costo. Questa attività, che è stata condotta da RSE in sinergia con il progetto EU GOPV, ha permesso di evidenziare i componenti e le sezioni di impianto che sono maggiormente soggetti a fenomeni di guasto e di conseguenza di elaborare soluzioni per consentire l’identificazione automatica di malfunzionamenti.

Tali attività sono state propedeutiche alla progettazione della infrastruttura sperimentale denominata Facility Guasti FV che sarà fisicamente realizzata presso i laboratori RSE di Milano. La Facility Guasti FV consente infatti la simulazione dei principali guasti di impianto e l’identificazione dei parametri elettrici e termici che saranno utilizzati per il riconoscimento della condizione di guasto. I dati acquisiti a seguito delle prove di simulazione, permetteranno quindi la creazione di un database di dati per l’addestramento e la verifica degli algoritmi di identificazione automatica di guasti negli impianti FV che RSE svilupperà nelle prossime LA di questo progetto RdS.

Progetti

Commenti