Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Sistemi di controllo di HVDC e TCSC maggiormente diffusi e definizione dei relativi schemi per l’implementazione nel programma di calcolo delle oscillazioni elettromeccaniche LINEAR

rapporti - Deliverable

Sistemi di controllo di HVDC e TCSC maggiormente diffusi e definizione dei relativi schemi per l’implementazione nel programma di calcolo delle oscillazioni elettromeccaniche LINEAR

Il presente rapporto descrive un’attività di Ricerca di Sistema svolta nell’ambito dell’area tematica “Governo del Sistema Elettrico” relativamente al progetto 5 “Mitigazione dei rischi per il sistema elettrico: monitoraggio dello stato di sicurezza e nuovi strumenti di analisi” (Deliverable 5.6). L’attività è orientata allo sviluppo di uno strumento per l’analisi delle oscillazioni elettromeccaniche interarea di grandi sistemi elettrici interconnessi, fenomeno di notevole interesse ed attualità dato che può causare interruzioni più o meno allargate della fornitura di energia elettrica. Questo strumento è in grado di fornire una panoramica di tutti gli eventi critici e di indicare le conseguenti contromisure da adottare; a tale scopo, l’obiettivo è quello di implementare nel programma di calcolo LINEAR, già sviluppato nelle precedenti attività di ricerca di sistema, nuovi componenti della rete di trasmissione conseguenti ai continui sviluppi tecnologici. Alla fine dell’attività del precedente periodo RdS LINEAR era in grado di determinare i modi di oscillazione critici e individuare le contromisure ottime, mediante l’utilizzo di dispositivi di controllo che agiscono direttamente sulle unità di generazione (PSS – Power System Stabilizers); l’efficacia di questi dispositivi è però limitata in caso di oscillazioni intera-area di grandi sistemi che coinvolgano un grande numero di generatori. Con il crescente utilizzo di collegamenti in corrente continua “HVDC” e di dispositivi speciali “FACTS” (in particolare compensatori serie controllati a tiristori TCSC e compensatori statici del reattivo SVC), è possibile contribuire al miglioramento del comportamento del sistema (aumentando lo smorzamento delle oscillazioni interarea) tramite sistemi di controllo addizionali dedicati: infatti questi dispositivi, essendo collocati generalmente in corrispondenza di corridoi di rete molto sfruttati, hanno un’elevata “visibilità” dell’oscillazioni interarea e quindi possono fornire un significativo contributo al loro smorzamento. Dopo un’indagine condotta sulla letteratura tecnica internazionale, si è giunti alla definizione dei modelli di questi controlli addizionali, e alla stesura delle relative specifiche che saranno utilizzate nell’effettiva implementazione nel codice del programma LINEAR, prevista per il 2008.

Progetti

Commenti