Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Sviluppo modelli adatti all¿analisi di fenomeni di tipo elettromagnetico per reti MT e BT con diverse tipologie di GD (sincrona, asincrona, con elettronica di potenza). Verifica delle possibilità di utilizzo del sistema di c

rapporti - Deliverable

Sviluppo modelli adatti all¿analisi di fenomeni di tipo elettromagnetico per reti MT e BT con diverse tipologie di GD (sincrona, asincrona, con elettronica di potenza). Verifica delle possibilità di utilizzo del sistema di c

L’attività di inquadra nell’ambito del progetto di Ricerca di Sistema GENDIS (Generazione Distribuita) per quanto riguarda le problematiche di sicurezza relative al fenomeno dell’isola indesiderata. Per isola indesiderata si intende quel fenomeno che si verifica quando a fronte di una interruzione dell’alimentazione, cioè messa fuori servizio di una parte della rete di distribuzione dell’energia elettrica (per intervento di protezioni o intenzionalmente per manutenzione), la generazione distribuita allacciata a questa sezione rimane attiva, mantenendo “in tensione“ la rete stessa. Al riguardo la normativa esistente (CEI 11-20), prevede l’adozione di protezioni basate sul rilievo delle variazioni di tensione e di frequenza che agiscono sul dispositivo di interfaccia. Ad integrazione e supporto delle precedenti protezioni, è inoltre prevista la possibilità di adottarne di specifiche contro la perdita rete, per le quali la normativa vigente non ne identifica una tipologia precisa. All’aumentare del livello di generazione distribuita tale problema potrebbe diventare più critico costituendo una delle barriere principali all’introduzione della generazione distribuita stessa. In sintesi, l’attività ha avuto come obiettivi: 1. l’identificazione di modelli elettromagnetici, per diverse tipologie di generazione distribuita, volti all’analisi di transitori elettromagnetici quali guasti, manovre, interruzioni dell’alimentazione, ecc. In particolare si sono implementati modelli, in ambiente A.T.P. (Alternative Transient Program), con diverse tipologie di interfaccia lato rete: • con interfaccia trifase di tipo convertitore statico autocommutato (tipica di microturbine, fuell cells, impianti eolici con generatore sincrono, impianti fotovoltaici di taglia elevata) • con interfaccia monofase di tipo convertitore statico autocommutato (tipica di piccoli impianti fotovoltaici) • con interfaccia di tipo macchina asincrona • con interfaccia di tipo macchina sincrona I modelli sono stati verificati mediante simulazioni dedicate a fronte di tipici eventi di rete. 2. l’identificazione preliminare di possibili soluzioni di controllo della generazione distribuita (in particolare quella dotata di interfaccia statica) per ridurre la probabilità di funzionamento in isola indesiderata.

Progetti

Commenti