Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Deliverable

Valutazioni a supporto dell’utilizzo della risorsa energetica marina da moto ondoso nei porti italiani

rapporti - Deliverable

Valutazioni a supporto dell’utilizzo della risorsa energetica marina da moto ondoso nei porti italiani

Il rapporto presenta i risultati degli studi di ottimizzazione degli aspetti costruttivi del dispositivo WaveSAX condotti con un modello fluidodinamico computazionale per valutare il comportamento del dispositivo al variare del moto ondoso e del numero di pale della girante. Inoltre, si illustra la procedura per la valutazione del potenziale di generazione di energia elettrica da moto ondoso in un porto italiano, prendendo come esempio il porto di Civitavecchia.

Il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC) prevede una significativa crescita delle rinnovabili nel mix energetico nazionale (in particolare di eolico e fotovoltaico) che comprende, in uno scenario di medio lungo termine, anche il ricorso alle fonti marine, fra cui l’energia delle onde. Inoltre, recentemente, diverse aziende del settore energetico, navale e off-shore hanno dimostrato un forte interesse nei confronti della fonte marina.

 

In Italia, due Decreti Legislativi (n. 169 del 01/08/16 e n. 232 del 13/12/2017) prevedono che le Autorità di Sistema Portuale promuovano la redazione del Documento di Pianificazione Energetica e Ambientale del Sistema Portuale (DEASP) sulla base di linee guida adottate dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di concerto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il documento definisce gli indirizzi strategici e identifica le misure volte a migliorare l’efficienza energetica e promuovere l’uso delle energie rinnovabili in ambito portuale.

 

Il dispositivo WaveSAX è un Wave Energy Converter del tipo Oscillating Water Column concepito e sviluppato da RSE nei precedenti anni della ricerca. Le attività effettuate hanno portato a un progressivo miglioramento delle prestazioni del dispositivo e alla diminuzione dei costi di costruzione/manutenzione.
Nel rapporto si presentano le attività di ricerca mirate all’ottimizzazione, attraverso studi numerici, degli aspetti costruttivi del dispositivo WaveSAX. Lo studio di fluidodinamica computazionale (CFD), effettuato con il codice ANSYS-CFX v.16.0, ha lo scopo di verificare il comportamento del dispositivo al variare delle caratteristiche (altezza e periodo) del moto ondoso incidente e al variare del numero di pale della girante inserita nel dispositivo.

 

Inoltre, si discutono aspetti sulla transizione energetica dei porti italiani e si illustra la procedura per la valutazione del potenziale di generazione di energia elettrica da moto ondoso in un porto italiano, prendendo come esempio il porto di Civitavecchia.

Progetti

Commenti