Cerca nel sito per parola chiave

progetti - Ricerca di Sistema - 8° periodo (2022-2024)

Progetto Integrato Cyber Security dei sistemi energetici

Il progetto ha il triplice obiettivo di sviluppare studi, strumenti e metodologie finalizzate a:
– garantire la sicurezza delle tecnologie per le comunicazioni nei sistemi energetici;
– preservare la resilienza del sistema elettrico a fronte di attacchi cyber;
– sfruttare l’intelligenza artificiale per il rilevamento di anomalie cyber in infrastrutture energetiche.

Il progetto sulla cybersecurity dei sistemi energetici coinvolge i tre enti di ricerca – RSE, ENEA, CNR – e numerose università nel raggiungimento dell’obiettivo “Digitalizzazione ed evoluzione delle reti” dell’Accordo di Programma 2022-2024, in un orizzonte triennale coordinato da RSE.

 

 

Il raggiungimento degli obiettivi energetici al 2030 stabiliti dal PNIEC impone una trasformazione digitale del settore, che consenta la realizzazione di smart grid in grado di rispettare requisiti tecnici ed economici soddisfacendo con fonti rinnovabili la domanda energetica di una varietà di carichi.

 

La dimensione della cybersecurity è destinata ad assumere un ruolo sempre più centrale se si considera che la digitalizzazione delle reti è un imprescindibile fattore abilitante della transizione energetica e che i sistemi energetici rappresentano infrastrutture critiche, il cui esercizio richiede adeguate misure di protezione e difesa dei sistemi di comunicazione e controllo.

 

L’adozione di misure di cybersecurity adeguate al livello di rischio è una priorità riconosciuta dalle strategie di sviluppo e innovazione del sistema Paese, finalizzate a garantire un livello di maturità tecnologica allineato ai target di cybersecurity europei e nazionali.

 

Le attività del progetto sono finalizzate alla sperimentazione di tecnologie di cybersecurity considerate mature in casi applicativi significativi per la transizione energetica e allo studio e valutazione di tecnologie e piattaforme innovative.