Cerca nel sito per parola chiave

rapporti - Rapporto di Sintesi

Progetto “Modelli di architettura e di gestione del sistema e delle reti elettriche e della regolazione che favoriscano l’integrazione di generazione rinnovabile e non programmabile” – Attività 2019

rapporti - Rapporto di Sintesi

Progetto “Modelli di architettura e di gestione del sistema e delle reti elettriche e della regolazione che favoriscano l’integrazione di generazione rinnovabile e non programmabile” – Attività 2019

Il documento riporta i principali risultati ottenuti dal progetto nel corso dell’anno 2019 finalizzati allo sviluppo di metodologie, studi, strumenti software, prototipi e dimostratori per ottimizzare le reti elettriche di trasmissione e distribuzione considerando nuovi modelli di architettura e di gestione del sistema e nuovi schemi regolatori che favoriscano l’integrazione di generazione rinnovabile e non programmabile, autoproduzione, sistemi di accumulo e aggregatori e che tengano conto della penetrazione elettrica.

Il progetto affronta i temi garantendo un approccio di sistema, supportando le istituzioni e la normativa tecnica a livello nazionale e internazionale per accelerare lo sviluppo, la prova e la messa a disposizione delle tecnologie necessarie alla transizione energetica.

In particolare il progetto è articolato su quattro filoni di ricerca: nuovi modelli, architetture e logiche di controllo della rete, flessibilità del sistema elettrico, aggregazione di risorse distribuite e previsione di generazione e carico. A completamento del quadro il progetto prevede uno stretto supporto all’attività di coordinamento e normativa nazionale e internazionale.

Nel 2019 si sono avviate tutte le attività previste. A partire dagli scenari previsti dall’ultima edizione della Strategia Energetica Nazionale (SEN) e al fine di raggiungere gli obiettivi proposti dal Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC), le attività permettono di valutare alternative di pianificazione ed esercizio, di avviare la validazione delle modalità di esercizio delle reti a regime e in caso di guasto, di migliorare l’osservabilità, il monitoraggio e l’analisi della stabilità e del livello di Power Quality. Si sono prese in considerazione reti di distribuzione miste in corrente alternata (c.a.) e in corrente continua (c.c.), reti organizzate in microreti, in cluster o in aggregati. Si è avviata l’analisi del ruolo degli attori principali, quali risorse distribuite, fonti rinnovabili non programmabili, impianti termoelettrici a cicli combinati, sistemi di pompaggio idroelettrico, sistemi di accumulo elettrochimico, utenti attivi, in ottica di fornitura di servizi di flessibilità alla rete, analisi di adeguatezza per la regolazione di frequenza e partecipazione al mercato del bilanciamento e dei servizi di dispacciamento (MSD). Per garantire l’esercizio delle reti in tali contesti è necessario lo sviluppo di nuove tecniche di previsione della generazione e del carico, necessarie per la definizione e lo sviluppo dei sistemi di gestione energetica delle reti nelle varie configurazioni.

Inoltre il documento sintetizza anche la partecipazione alle iniziative per accelerare l’innovazione del sistema elettro-energetico nazionale, alla definizione dei piani strategici e di implementazione di R&I a livello nazionale e internazionale (EERA, ISGAN, Mission Innovation) e alle attività di standardizzazione tecnica (CEI, CENELEC, IEC).

Commenti